Stampa
Visite: 970

L’omaggio dei lancianesi alla Madonna del Ponte

Con “Il Dono”, in programma lunedì 8 settembre, si concretizza uno dei momenti legati alla tradizione e alla religiosità più sentiti delle Feste di Settembre.

Come sempre  “Il Dono” è particolarmente atteso, anche perché quest’anno è impreziosito da una serie di iniziative già sperimentate con grande successo lo scorso anno, grazie all’intuito del direttore Stefano Angelucci Marino e alla sua professionalità nel campo dello spettacolo e della cultura in generale.

Sono oltre 40 i carri, ciascuno addobbato con dedizione dagli abitanti delle contrade del circondario, che parteciperanno al corteo, al via alle 9.30 da corso Trento e Trieste (incrocio con viale Delle Rose): bambini e adulti, gli animali e le più ghiotte specialità del territorio, con i prodotti tipici e i ‘frutti’ della terra, sfileranno lungo corso Trento e Trieste, fino a piazza Plebiscito.

Il tutto accompagnato da balli e canti della tradizione frentana.

E, come già successo l’anno scorso, la Sfilata delle Contrade sarà aperta dal Gruppo “Tradizione”, che darà un segno tangibile della riscoperta dei canti del passato e delle tradizioni, che lo staff guidato da Angelucci ha particolarmente a cuore.

Anche quest’anno, infatti, il corteo sarà guidato dal “Gruppo Tradizione”, a cura di Mimmo Spadano (Terre del Sud); una ventina di partecipanti – tra giovani appassionati di canto e le anziane signore protagoniste storiche del Dono – eseguiranno i canti degli Inni alla Madonna del Ponte.

Sarà, però, un’esibizione che non mira a riprodurre scene del passato in maniera fedele, ma vuole rielaborarle e reinventarle artisticamente, pur rispettando le origini dei canti.

Altra conferma rispetto al Dono 2013 è la diretta dalla web tv locale “Abruzzolive.tv”.

Un prezioso regalo ai tanti lancianesi all’estero, che aspettano impazienti di ‘rivivere’, seppur attraverso lo schermo di un computer, una delle tradizioni più belle e sentite della città frentana.

Tra gli altri appuntamenti del Dono, alle 17.30 in Piazza Plebiscito, l’esibizione degli sbandieratori di Lanciano per la Santa Patrona.

E ancora, altrettanto atteso, l’appuntamento con le corse al galoppo, dalle 15 alle 19 a Villa delle Rose. Dalle 19 in Piazza Plebiscito, invece, la tradizionale vendita dei donativi.

Infine, alle 21 in Cattedrale “In nome della Madre” da Erri De Luca, spettacolo teatrale a cura dell’Associazione “Il Ponte” di Lanciano.