Fuoco di Natale

Ricorrenza: dal 24 dicembre al 6 gennaio

La sera della vigilia di Natale, a Nereto, nella Piazza di sopra, ossia quella che si apre nel punto più alto del paese, i giovani si danno un gran da fare per preparare una enorme catasta di legna a cui daranno fuoco prima della messa di mezza­notte, tra l'aspettativa e l'ammirazione dei presen­ti che commentano e apprezzano l'opera, soprat­tutto in merito alla grandezza e alla disposizione dei rami che la compongono Da quel momento la pira viene alimentata in modo continuo e sistematico, in modo da ardere ininterrottamente fino alla sera dell'Epifania, quando la comunità si riunisce nuovamente per la cerimonia del Bacio del Bambino.

Continua, leggi tutto...

Processione di San Bartolomeo

Ricorrenza il 25 agosto

Tradizionale pellegrinaggio al pittoresco eremo del Santo. L'eremo di San Bartolomeo è uno dei tanti luo­ghi di raccoglimento e preghiera fondati da Pietro Angeleri da Isernia, detto Pietro da Morrone, divenuto poi papa con il nome di Celestino V, nel vallone di Santo Spirito, ai piedi della Majella, quando conduceva vita solitaria nella zona in cui molti secoli prima avevano fatto la loro comparsa i monaci della regola di San Benedetto.

Continua, leggi tutto...

Festa della Madonna dello Splendore

Si festeggia il 22 aprile a Giulianova alta

Se il culto riservato a Maria Santissima del Portosalvo indica il profondo legame tra la città e il mare, quello dedicato Madonna dello Splendore rimanda ad un contesto agricolo.

Leggi tutto...

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

25 novembre

In Italia una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, nella sua vita è stata vittima della violenza di un uomo.

Secondo i dati dell'Istat, sono 6,743 milioni le donne che hanno subito nel corso della propria vita violenza fisica e sessuale, tre milioni quelle che hanno subito aggressioni durante una relazione o dopo averla troncata.

I Faugni

Ricorrenza l’8 dicembre

L'uso di accendere fuochi durante il periodo che precede o segue immediatamente il solstizio d'inverno è diffuso in tutta l'Europa dove, a secon­da dei luoghi e delle circostanze, acquista caratte­ri propri.

Ovunque, però, il valore generale resta quello del rinnovamento propiziatorio, dell'inter­ruzione simbolica del quotidiano a favore del tempo sacro e primordiale in cui si colloca ogni rifondazione.

Continua, leggi tutto...