San Michele

Ricorrenza: 8 maggio

Secondo l'immaginario popolare San Michele Arcangelo, prima di fermarsi sul Gargano, scese a Liscia ed apparve in una grotta, posta poco fuori l'abitato, dove da allora gli fu tributato un culto solenne e profondamente radicato tra la gente del paese e dei dintorni.

Leggi tutto...

Pellegrinaggio alla Grotta

Ricorrenza: 8 maggio

A tre chilometri dal paese, raggiungibile con un ripido sentiero che si inerpica in mezzo ad un pittoresco paesaggio di boschi e di rocce, si erge una delle più suggestive grotte dedicate all'Arcan­gelo Michele.

Del santuario, che dopo essere stato sede di antichi culti fu utilizzato come cenobio benedetti­no, si hanno notizie storiche risalenti alla bolla di Bonifacio VIII che nel 1296 lo assegna all'abbazia fondata da San Domenico a Sora.

Leggi tutto...

Le Verginelle

Ricorrenza: 8 maggio, ore antimeridiane

Si tratta di una spettacolare processione durante la quale le bambine del paese vestite di bianco e con gli abiti ornati di monili d'oro si recano alla chiesa campestre della Madonna del Carpino, dove si commemora una ierofania arbo­rea della Vergine.

Leggi tutto...

La Madonna della Libera

Ricorrenza: il primo fine settimana di maggio

La festa della Madonna della Libera, al santua­rio di Pratola Peligna, nella provincia dell’Aquila, è una delle più antiche e par­tecipate dell’Abruzzo. La leggenda racconta che il culto per la Sacra Immagine, un miracoloso affre­sco che ancora si conserva su un altare della chie­sa, sarebbe iniziato nel quindicesimo secolo, quan­do, durante la terribile pestilenza che si era abbat­tuta sulla Valle Peligna, un contadino in sogno ebbe una miracolosa visione che gli preannunciava la fine dell'epidemia.

Continua, leggi tutto...

La Madonna del Gonfalone

Ricorrenza: la seconda domenica di maggio

La storia delle confraternite in Abruzzo e soprattutto della presenza femminile in quelle poste lungo le vie tratturali o nei centri di pastori­zia transumante, attende ancora di essere scritta, nonostante che in molte feste restino significative tracce di un potere e di un prestigio che in passa­to orientarono significativamente il costume e l'e­conomia dei centri interni e montani.

Continua, leggi tutto...