Stampa
Visite: 1261

Sounds and Silence, Travels with Manfred Eicher.

 

Libreria Primo Moroni, Pescara. Via Quarto dei Mille, 29.

 

Mercoledì 16 maggio 2012, ore 19.30.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Prenotazioni: tel.: 085.4429521; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mercoledì 16 maggio 2012, alle ore 19.30, Movimentazioni e Jazz Convention presentano la proiezione del documentario Sounds and Silence, Travels with Manfred Eicher, realizzato dalla ECM Records e pubblicato nel 2011. La proeizione avverrà presso la Libreria Primo Moroni, in Via Quarto dei Mille, angolo Piazza Santa Caterina, a Pescara. L'appuntamento è ad ingresso libero, fino all'esaurimento dei posti disponibili.

Sounds and Silence, Travels with Manfred Eicher è il risultato del lavoro dei registi svizzeri Norbert Wiedmer e Peter Guyer: per cinque anni, hanno seguito il produttore Manfred Eicher e gli artisti della ECM in tutto il mondo, dall'Estonia alla Tunisia, dalla Germania alla Grecia e all'Argentina.

Il loro film-documentario cattura gli aspetti più intimi delle produzioni ECM: mostra il lavoro dei musicisti - tra questi Arvo Pärt, Eleni Karaindrou, Dino Saluzzi e Anja Lechner, Anouar Brahem, Gianluigi Trovesi e Gianni Coscia, Marilyn Mazur, Nik Bärtsch’s Ronin e altri ancora - e la cura meticolosa e la passione con cui Manfred Eicher, patron dell'etichetta di Monaco di Baviera, si affianca a ciascun processo artistico.

Il mondo della ECM viene raccontato attraverso la sua filosofia e il suo suono. La ricerca di Eicher è diventata marchio di fabbrica di molte produzioni: una concezione basata su un ascolto di tipo classico, su un approccio aperto a repertori e musicisti di estrazione differente, sulla particolare combinazione di suoni e silenzi, una concezione sempre coerente con la propria estetica.

La proiezione di Sounds and Silence, Travels with Manfred Eicher completa il terzo ciclo di Fusioni nel Jazz Contemporaneo, dedicato al jazz europeo. I quattro appuntamenti condotti da Marco Di Battista e Fabio Ciminiera hanno portato gli spettatori a contatto con il panorama jazzistico di Spagna, Balcani, Francia e Scandinavia: musicisti, festival, l’ambiente in cui si sviluppa il jazz e le direzioni prese dai suoi interpreti più interessanti.

Fusioni nel Jazz Contemporaneo, organizzato da Movimentazioni (http://www.movimentazioni.org/) e Jazz Convention (http://www.jazzconvention.net/), tornerà con un nuovo ciclo di appuntamenti nel corso della prossima stagione.