Pin It

Torna l’estate e anche la VII edizione di Maltattack

di Francesco Rapino

Domani 8 luglio, infatti, è fissato l’appuntamento nella storica piazza della verdura di Chieti: piazza Malta.

Ad annunciare questa mattina l’edizione 2017 di Maltattack, Ferdinando D’Alessio e Guido Obletter dell'Associazione Afterhouse dei Giovani delle Acli di Chieti (GA), il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, l’Assessore alle Manifestazioni, Antonio Viola, e la presidente della Commissione “Cultura, Turismo, Sport e Manifestazioni”, Consigliera Comunale Maura Micomonaco.

“Questa è la settima edizione – ha rimarcato il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio – quindi non si può più parlare di un evento che casualmente nasce ogni anno, ma ormai è un evento che loro hanno organizzato e continuano ad organizzare ed è ormai patrimonio della memoria degli appuntamenti della nostra città.

Quindi credo che per ogni anno loro ci consentono di parlarne, sia un anno straordinario ed ancora una volta i giovani della nostra città hanno avuto la capacità di organizzazione e devo dire che c’è un qualcosa in più: hanno dimostrato una straordinaria professionalità per poter regalare alla città un evento straordinario che finisce con l’essere memorabile.

L’organizzazione di quest’anno, dopo gli accadimenti di Torino, e soprattutto dopo una censurabile circolare del capo della Polizia che evidentemente, mal consigliato, non si rende conto delle regole che devono esserci che vanno adeguate in ragione del luogo in cui si svolgono e della tipologia della manifestazione che si svolge e non possono essere equiparate su tutto il territorio nazionale.

Così si distrugge la possibilità che ci siano associazioni che decidano di fare qualcosa. È importante che ci sia sicurezza, io emanerò un’ordinanza che vieta l’utilizzo del vetro e la sua somministrazione sul territorio comunale ogni volta che ci sia una manifestazione.

Noi dobbiamo fare di tutto per garantire la sicurezza dell’evento, oltre non dobbiamo andare, non possiamo creare un clima sbagliato. Noi dobbiamo fare in modo che siano garantiti i criteri di sicurezza per la sera di Maltattack, il Comune, grazie anche alle sponsorizzazioni, provvederà a mettere nei varchi oltre 30 steward, sarà presente la Polizia Municipale con tre pattuglie, circa 10 unità, per fare viabilità.

La Polizia Locale non è un organismo che deve assolvere al compit dell’ordine pubblico, se qualcuno ritiene che ci siano emergenze che appartengano alla scheda dell’ordine pubblico, questo si deve garantire con la presenza del personale preposto, tra l’altro preventivo. Non mi risulta che Maltattack abbia mai procurato preoccupazioni, non voglio fare il facilone, ma la Appendino che venga raggiunta da avviso di garanzia è una cosa che non mi sta bene.

In questo Paese dove lo scaricabarile è la più vasta attività su cui si rifanno le istituzioni, nella nostra città non può esserci. Noi come Comune ci assumiamo tutte le responsabilità che ci saranno, gli organizzatori si stanno sovraccaricando di responsabilità, qualcuno assuma il proprio ruolo all’interno di un’organizzazione.

In questa città non esisterà mai l’assioma ‘siccome è difficile a farlo non lo facciamo’, ma siccome è difficile a farlo, se ci riusciamo, lo facciamo lo stesso. Non tollero che si facciano i processi alle intenzioni, né la vigliaccheria di qualcuno che grida ‘a lupo a lupo’ quando non ancora si inizia”.

L’evento giovanile teatino più atteso dell’anno, nato nel 2013 da un gruppo di ragazzi che hanno scommesso sempre più sulla manifestazione cresciuta ogni anno con migliaia di presenze da tutta la regione, accenderà i riflettori fin dal primo pomeriggio con la sfilata delle biciclette di Bike Inside Team Vintage e proseguirà fino a notte fonda all’insegna della musica con le performance di vari gruppi locali.

7 le band emergenti selezionate dal Comitato - Stilohertz, Piersante, Dick 182-Tribute Band Blink 182, Sonder, Le Strade Del Mediterraneo, Jailbreaker AC/DC Tribute band, Le Stanze Di Federico – tra le oltre 100 richieste pervenute.

A condurre la serata l’ormai veterano Pierluigi Di Clemente affiancato da Chiara Calabrese, Gaetano Salcuni e dai giovani dell’associazione GA.

Secondo una formula ormai collaudata, inoltre, l’esibizione dell’ultima band sarà seguita da djset - Groove Department, Simone Zappacosta, Giovanni Piedigrossi- che trasformeranno la piazza in un mega evento sotto le stelle fino alle 3 del mattino.

Stand gastronomici con stuzzicanti aperitivi e prodotti tipici, arrosticini, birre e vino nonché laboratori artistici arricchiranno la manifestazione che si estenderà anche lungo le strade limitrofe, piazza Matteotti e via Arniense fino all’Esedra dell’antica Pescheria. Gli esercizi commerciali della zona prolungheranno i propri orari d'apertura per l'occasione.

Come ogni anno, inoltre, sarà garantito il servizio notturno della linea 1 del Trasporto Pubblico Locale, con il prolungamento dell’orario delle corse, ogni mezz’ora, fino alle 3.30 del mattino.

Il Comune di Chieti, oltre a patrocinare l'iniziativa, fornirà un supporto logistico all’associazione predisponendo 30 addetti alla vigilanza e 3 pattuglie di Polizia Municipale per garantire sicurezza e viabilità.

“Voglio fare un ringraziamento a questi ragazzi – ha detto l’assessore alle Manifestazioni del Comune di Chieti, Antonio Viola – notoriamente io sono una persona molto paziente, ma ho partecipato a tutte le riunioni che gli organizzatori hanno fatto in Prefettura e probabilmente neanch’io avrei sopportato tutto questo.

Ci sono delle situazioni ridicole e aberranti, sono stati veramente bravi e non lo dico per piaggeria: sono stati pazienti, hanno sopportato di tutto e di più con tutta la professionalità a cui faceva riferimento il sindaco, hanno dato sempre delle risposte puntuali, tant’è che lo stesso prefetto si è meravigliato e mi ha detto che questi ragazzi sono veramente bravi.

Li ringrazio perché senza la loro capacità e la loro pazienza, questo che ormai è un evento che fa parte del calendario istituzionale di Chieti non si sarebbe potuto svolgere, con il loro saperci fare sono riusciti a superare tutte le difficoltà. Noi italiani oggi abbiamo due esempi: quello negativo rappresentato da Torino e quello positivo rappresentato da Modena.

Però c’è l’unico particolare che a Modena c’era un giro di affari di 21 milioni di euro”.

Al fine di consentire lo svolgimento della manifestazione, il Comando della Polizia Municipale ha istituito: il divieto di sosta con rimozione, dalle ore 15,00 del giorno 8 luglio alle ore 3,00 del giorno 9 luglio 2017, nei seguenti tratti viari: in Via C. Battisti; in Via Arniense, dall’intersezione con Via C. Battisti all’intersezione con Via dei Crociferi; in Via Toppi; in Piazza Matteotti; in Corso Marrucino, dall’intersezione con Piazza Valignani all’intersezione con Via Arniense; in Via Papa Giovanni XXIII, nel tratto compreso tra l’intersezione con Piazza Matteotti e l’intersezione con Via N. da Guardiagrele; il divieto di sosta con rimozione, dalle ore 15,00 del giorno 8 luglio alle ore 3,00 del giorno 9 luglio 2017, anche nelle seguenti strade che non avrebbero sbocchi: in Piazza San Giustino, in Via Arcivescovado e nel tratto di Via S. Michele compreso tra l’intersezione con Via S. Antonio Abate e l’intersezione con Piazza Matteotti;  il divieto di transito veicolare in Via C. Battisti, dalle ore 17,00 del giorno 7 luglio alle ore 2,00 del giorno successivo, nonché dalle ore 15,00 del giorno 8 luglio alle ore 8,00 del giorno successivo, al fine di consentire i preparativi, lo svolgimento della manifestazione e il disallestimento del palco; il divieto di transito veicolare, dalle ore 18,00 del giorno 8 luglio alle ore 3,00 del giorno 9 luglio 2017, nei seguenti tratti viari: in Via Arniense, dall’intersezione con Via N. da Guardiagrele all’intersezione con Via dei Crociferi; in Piazza Matteotti; in Corso Marrucino, dall’intersezione con Piazza Valignani all’intersezione con Via Arniense; in Via Pollione, Via Arcivescovado, Piazza San Giustino e nel tratto di Via San Michele compreso tra l’intersezione con Via S. Antonio Abate; le seguenti limitazioni e deviazioni durante il periodo di chiusura al transito di cui al punto 4.: il senso vietato in Via Papa Giovanni, in prossimità dell’intersezione con Via N. da Guardiagrele, per i veicoli provenienti da Via Papa Giovanni XXIII – lato Viale Amendola, e conseguente obbligo di svolta a destra verso Via N. da Guardiagrele per detti veicoli; l’obbligo di svolta a destra verso Via P. A. Valignani per i veicoli provenienti da Via N. da Guardiagrele; l’obbligo di svolta a sinistra verso Via P.A. Valignani per i veicoli provenienti da Piazza Garibaldi; il senso vietato in Via Arniense, all’intersezione con Piazza Garibaldi, per tutti i veicoli provenienti  da Via P. A. Valignani, con obbligo di svolta a destra verso Piazza Garibaldi – direzione Via S. Olivieri/Via F. Salomone; l’obbligo di svolta verso Via S. Antonio Abate, per i veicoli provenienti da Via De Attiliis, da Via S. Maddalena e dal tratto terminale di Via S. Michele (compreso tra l’intersezione con Via S. Antonio Abate e la gradinata che conduce in Via N. da Guardiagrele); l’obbligo di svolta a destra verso Via P. A. Valignani, per i veicoli in uscita da Via S. Antonio Abate; l’obbligo di svolta a sinistra verso Via P. A. Valignani, per i veicoli in uscita da Via dei Cappuccini; l’obbligo di svolta a destra verso Via Priscilla, per i veicoli provenienti da Via dei Vezii; la sospensione della Z.T.L. “B2” in Via C. De Lollis; l’obbligo di svolta verso Via C. De Lollis per i veicoli provenienti da Via dei Gesuiti e da Piazza Valignani; l’obbligo di svolta a destra verso Via Papa Giovanni XXIII, per i veicoli provenienti da Via C. De Lollis, con realizzazione di apposita transennatura presso l’intersezione con Piazza Matteotti, che separi il percorso veicolare dall’area occupata per la manifestazione; l’istituzione di alcuni stalli di sosta provvisori riservati agli invalidi in Largo Barbella, sul lato destro rispetto al senso di marcia veicolare, nel tratto compreso tra l’intersezione con Via Giuliante e l’intersezione con Via dei Domenicani, dalle ore 15,00 del giorno 8 luglio alle ore 3,00 del giorno 9 luglio 2017, con l’istituzione, negli stessi stalli, della rimozione forzata per tutti gli altri veicoli.

“Quest’anno non ci sarà soltanto piazza Malta con il suo solito palco - ha spiegato Ferdinando D’Alessio dell'associazione Afterhouse dei Giovani delle Acli di Chieti – ma avremo anche lo spazio della ex Pescheria, lo spazio di piazza Matteotti dove verranno adibiti stand gastronomici e della musica.

L’evento quest’anno cresce in quantità viste le precedenti edizioni che hanno richiamato parecchi giovani della città di Chieti e quest’anno verranno anche incrementate le misure di sicurezza successivamente ai fatti di Torino che hanno fatto mandare dal Ministero delle disposizioni per quanto riguarda la sicurezza che noi stiamo cercando di garantire con incontri su incontri un po’ tutti i giorni con la Prefettura, la Questura ed il Comune. L’evento è domani, tutto è pronto, aspettiamo tanta gente in piazza Malta.

In questo Maltattack avremo come gruppo che chiuderà il palco, prima del dj set, Le Stanze di Federico, è un gruppo di origini abruzzesi che ha partecipato con le sue colonne sonore anche a film di livello nazionale con un altro artista teatino che è Maccio Capatonda, che tutti conoscono. Poi avremo una serie di band locali perché noi ci teniamo a promuovere gruppi del posto come Le Strade del Mediterraneo ed i Jailbreaker.

Con il Comune abbiamo predisposto dei collegamenti con Chieti Scalo, quindi ci sarà il bus navetta che farà lo stesso percorso della linea 1 de La Panoramica che permetterà agli studenti universitari, ma anche agli stessi cittadini di Chieti, di potersi muovere in sicurezza senza dover portare la macchina, quindi una diversa modialità di raggiungere il centro storico”.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna