Pin It

L’Aquila aspira ad essere “Capitale europea della Cultura”

Il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, ha inviato una lettera al presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, per sollecitare “il necessario impegno” a sostegno della candidatura della città dell'Aquila a ''Capitale europea della Cultura 2019''.

Cialente chiede al Governatore un incontro per definire il supporto regionale ''necessario e fondamentale per affrontare la complessa procedura selettiva''.

''La mia amministrazione - scrive il Sindaco - ha anche aperto un capitolo di bilancio per le prime spese, ma abbiamo bisogno del ruolo regionale e degli altri territori provinciali per sostenere l'importante iniziativa, i cui termini scadranno a giugno 2012''.

''Nel febbraio 2010 - ricorda Cialente, ripercorrendo la vicenda - il presidente Chiodi ha proposto la candidatura del capoluogo d’Abruzzo  a 'Capitale europea della Cultura 2019', che ha successivamente ottenuto l'appoggio dell'allora presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e del sottosegretario Gianni Letta. Oltre alla nostra Municipalità - aggiunge il Primo Cittadino - anche il Comune di Sulmona ha già deliberato il proprio appoggio.

Tuttavia ogni sforzo rischia di venire vanificato in assenza del necessario apporto da parte della Regione Abruzzo che, dopo le dichiarazioni del presidente Chiodi, non ha più fatto pervenire alcuna comunicazione al Comune''.

''Il tempo stringe - esorta Cialente - poiché, entro il prossimo mese di giugno, bisogna inviare la documentazione a supporto della candidatura ai fini di accedere alla preselezione, che verrà effettuata da una giuria internazionale composta da 13 esperti''.

''Per tale ragione, e anche in virtù della fiducia infusa dall'impegno di Letta e del successo ottenuto dalla proposta presso l'opinione pubblica - rammenta il Sindaco - ho inviato al presidente Chiodi una lettera, il giorno 18 ottobre, con la richiesta di un incontro operativo.

Non avendo ricevuta risposta neanche in questo caso, mi sono visto costretto a una seconda lettera di sollecito''.

''Questa candidatura - riconosce infine - costituisce un'irrinunciabile opportunità per la Città dell'Aquila e un treno che non possiamo permetterci di perdere.

Non vorremmo che si trasformasse nell'ennesima promessa non mantenuta''.

iso  (Asca)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna