Pin It

Roberta PapponettiCosì si racconta Roberta Papponetti, pittrice e scultrice nata a Francavilla al Mare.

di Elisabetta Mancinelli

“Sin dall'infanzia ho nutrito un profondo amore per la musica e la pittura, il pianoforte e l’arte pittorica e scultorea sono gli amici fedeli che mi hanno accompagnato in tutto il mio vissuto.

Dipingo su supporti vari: legno, vetro, tele con tecnica mista, composita, tempere, acrilici, pastelli cerati, olio.

Un mondo magico pieno di luce e colore, tematiche fantasiose e variegate: campestri, cittadine, marine.

All'Aurum di Pescara a luglio, ho collaborato all’allestimento di una collettiva internazionale di pittura, scultura, poesia e fotografia dal titolo: “Genius Umanium, international”

Dal 24 al 30 settembre ho esposto in una personale al Museo Costantino Barbella di Chieti”.

Sono una artista con 30 anni di esperienza nel settore.

Dipingo per passione, per suscitare emozioni, scolpisco manipolando la creta, a volte arricchita da elementi ricercati. Un percorso intenso, ricco di soddisfazioni”

Curriculum artistico

Presente sul palcoscenico artistico dal 1990 ad oggi con personali e collettive in Italia ed all'estero, Roberta Papponetti organizza da sette anni il Simposio di Francavilla al Mare.

Promotrice della Poesipittura ha esposto a Palermo nell’ambito della rassegna, nella seconda edizione della Biennale Internazionale d’arte, inaugurata da Vittorio Sgarbi.

Ha curalo in veste di Ambasciatrice dell'arte, l’organizzazione della prima Biennale Internazionale d’arte al Circolo Aternino di Pescara che, inaugurata   il 7 ottobre, si è conclusa il 14 ottobre.

Molti sono i critici che scrivono recensioni sulla sua arte.

Ha esposto:  alla Triennale di Arti Visive a Roma, nella Galleria della Pigna di Roma, nelle Sale del Bramante di  Roma, a  Villa Phamphili Roma, al Museo Monreale di Palermo, è stata presente alla prima e seconda Biennale Internazionale di Palermo e, in video proiezione, a Bagheria nella casa museo di Guttuso, a Firenze  nell'Auditorium del Duomo, a Martina Franca, nell'arsenale di Amalfi, a Venezia Centro D'Arte San Vidal, nel Museo delle Streghe di Benevento  dove  la sua opera rimarrà in permanenza.

Riconoscimenti

All'Ercole di Brindisi è stata insignita dei titoli di Maestra d'arte e del colore, artista della Pace Unicef, ambasciatrice d'arte del Mediterraneo.

Le sue opere sono esposte in pinacoteche, in Musei importanti: quali il Museo del Duomo di Viterbo, il Museo della Pesca a Mosca e a Castel di Sangro, Museo delle lettere d'amore al Palazzo Valignani di Torrevecchia Teatina, e Museo delle streghe a Benevento.

Ha esposto in molteplici mostre personali che sono state omaggiate dai comuni: di San Marco Argentano, nella Torre Normanna di Benevento, a San Demetrio dei Vestini nel Palazzo ducale e a Caramanico presso la Casa Museo D’Antino.

Molti sono i critici che hanno scritto recensioni sulla sua arte, tra questi Paolo Levi:

"La luce dell'artista Roberta Papponetti inonda le sue opere delineandone con un linguaggio post-impressionista, rendendole allegre manifestazioni della sua creatività eccelsa.

Sono visioni permeate da una fantasia sfrenata che descrivono la realtà attraverso i sentimenti con allegorie naturalistiche, poetico fare di un intelletto molto percettivo e sensibile alle cose del mondo che ci circonda.

Una grande pittura nata dall'animo e dall'introspezione”

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna