Stampa
Visite: 829

Il presidente della Regione Gianni Chiodi, all'epoca sindaco di Teramo, è stato assolto con formula piena perché il fatto non costituisce reato dall’accusa di disastro colposo per il crollo della discarica di contrada La Torre dal giudice monocratico del Tribunale di Teramo Domenico Canosa mentre peer lo stesso reato sono stati condannati a 1 anno e 4 mesi, con pena sospesa, l’ex assessore all'ambiente del Comune di Teramo, e oggi consigliere regionale Berardo Rabbuffo e il dirigente dello stesso settore comunale, Nicola Di Antonio.Il pubblico ministero aveva chiesto per Chiodi 1 anno e 4 mesi il 14 maggio scorso, per il crollo avvenuto il 17 febbraio 2006.