Pin It

Nell’ambito di mirata attività di monitoraggio e controllo nel settore della compravendita di veicoli, la Sezione di Polizia Stradale di Teramo ha recentemente eseguito una serie di verifiche presso le concessionarie della Provincia per l’accertamento della regolarità amministrativa nella compravendita di veicoli nuovi ed usati.

L'attenzione degli Agenti della Stradale si è incentrata in modo particolare, su una concessionaria per una querela sporta da un cittadino che segnalava irregolarità nell’autentica della firma sugli atti di vendita di veicoli usati commercializzati.

Oggi il potere di autentica è conferito oltre ai notai, anche ai titolari di Agenzie di Pratiche Automobilistiche i quali in sede di esercizio di detta attività devono verificare l’identità della persona che sottoscrive l’atto e dichiarare che la firma è stata apposta alla propria presenza, presso la sede dell’Agenzia.

E’ proprio questo passaggio che, sistematicamente, veniva intenzionalmente escluso: l’utente permutava la propria auto usata presso la Concessionaria sanzionata e, contestualmente, firmava l’atto di vendita del mezzo (in bianco e senza alcuna trascrizione) alla presenza di un dipendente, senza recarsi presso la sede dell’Agenzia di Pratiche Automobilistiche come previsto.

Il titolare di una Agenzia di “pratiche auto” di Teramo, in qualità di Pubblico Ufficiale, successivamente attestava falsamente che il proprietario del veicolo, previa identificazione, aveva firmato il rispettivo atto di vendita presso il proprio Ufficio ed alla sua presenza.

Sei le persone denunciate (titolare Concessionaria, alcuni dipendenti e il titolare Agenzia di Pratiche Auto), in concorso tra loro per i reati di falsità ideologica in atto pubblico.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna