Stampa
Visite: 1086

FALSE ASSENZE

PRESIDE TERAMANA "REVOCA" MAGGIORE ETA' A STUDENTI

Gli studenti maggiorenni sono incapaci di essere adulti e così all'Istituto d'istruzione superiore statale "Peano-Rosa" di Nereto (Teramo), il dirigente scolastico Maria Rosa Fracassa ha loro "revocato" la maggiore età. I maggiorenni che frequentano le scuole del piccolo comune del Teramano, non potranno più firmarsi le assenze e non potranno autorizzarsi l'uscita anticipata. Anche se hanno la patente e in classe ci arrivano con la macchina, la mattina dovranno presentare lo stesso la giustificazione scritta firmata dei genitori per aver saltato le lezioni il giorno prima.

Una sorta di "capitis deminutio" quella decretata dal dirigente scolastico dettata da comportamenti inaffidabili dei maturandi. L'editto della preside Fracassa ha un fondato motivo. Nel recente passato, infatti, molti studenti diciottenni si sono presi la libertà di saltare l'intera giornata di scuola senza un reale motivo, di autorizzarsi l'uscita anticipata per non essere interrogati o non fare il compito in classe.

Guarda caso, accadeva quasi sempre in quella stessa giornata e per le stesse materie. Ai prof ed alla preside il malvezzo non e' passato inosservato e così il dirigente ha disposto che sul libretto delle giustificazioni a firmare l'assenza a scuola del figlio adulto siano comunque i genitori. (AGI) Te1/Ett