Stampa
Visite: 683
Di Manuel Pantalone 
3 punti in due partite. Questo è quello di cui ha bisogno il Pescara per assicurarsi la serie A. Visto l'ottimo stato di forma del team di Zeman, non sembra una missione eccessivamente complicata. I biancazzurri, infatti, negli ultimi tempi hanno accumulato prestazioni e risultati positivi, fatta eccezione per il recupero di martedì scorso contro il Livorno. Pur tuttavia si trattava di una prosecuzione, ribaltare lo 0-2 di partenza era davvero un'impresa ardua. Certo, il calendario non aiuta i pescaresi. Le ultime due giornate sono tutt'altro che semplici. Domenica (inizio ore 18) ci sarà l'impegno a Marassi contro una Sampdoria in piena zona play off e slanciatissima negli ultimi tempi; a distanza di sette giorni si disputerà l'incontro casalingo contro la Nocerina a caccia di punti salvezza. Ma al di là delle difficoltà dei due incontri - il primo decisamente più ostico del secondo - per il Pescara sarà fondamentale confermarsi sui livelli abituali, in quel caso la strada sarebbe spianata. A Genova non ci sarà lo squalificato Romagnoli, doppio stop e per lui campionato finito. Corposa inoltre la lista dei diffidati: Zanon, Insigne, Brosco, Capuano, Nielsen e Soddimo. Tra i blucerchiati, per lo stesso motivo, mancherà l'attaccante Pellè. Ci sarà il pubblico delle grandi occasioni. Ovviamente in caso di successo il Delfino festeggerebbe con una giornata d'anticipo la matematica promozione in serie A.
Manuel Pantalone 

//