Pin It

Il Certame de la Balestra

Giornata conclusiva il 7 agosto

Si rifà alla tradizione che vuole si svolgesse a cadenza annuale, nel giorno del solstizio d'estate, una sfida tra i Capitani più vicini al conte Restaino per decidere quale fosse il migliore di essi e nominare in questo modo il Comandante della Guarnigione del Castello. Il titolo era ambito non solo per il prestigio che ne derivava, ma soprattutto per il potere che esso conferiva e per la  migliore remunerazione che garantiva, oltre ad una più congrua parte nella spartizione dei bottini di guerra.

La sfida si svolgeva tra i Capitani aiutati da balestrieri ed arcieri di loro fiducia.

Ed è così che la sfida si ripropone oggi nel Certame.

Una gara di tiro con la balestra e con l'arco che alla fine farà ricevere il Palio al Capitano del Quarto vincitore dalle mani della Contessa Diana Lalle Camponesco.

I Quarti popolesi, anima del Certame.

Sono loro i veri teatri di sfida, non solo il giorno della gara ma lungo un intero anno passato a preparare la sfilata, a pensare il modo per essere almeno un po' superiori agli altri, alla ricerca di quel qualcosa in più, ed in fondo ad assaporare il gusto della riscoperta della propria storia, delle proprie tradizioni e del proprio orgoglio.

I Quarti sono le quattro zone principali nelle quali è divisa la Città di Popoli, ben evidenziate non solo urbanisticamente ma anche come storia, sviluppo e destino.

Si potrebbe dire che senza il Dies Nundinarum celebrato il giorno prima della ormai famosa ricostruzione storica dell’antica sfida delle balestre, unica in tutta la nostra Regione, il Certame non sarebbe arrivato al successo ed ai riconoscimenti che gli sono piovuti addosso da ogni dove.
Il Dies Nundinarum è, in fondo, il giorno dell’attesa.

Precede il Certame, è il riposo prima della gara che eleggerà il Capitano vincente, a cui toccherà il gravoso e onorevole compito di proteggere il Castello per un anno intero.
Esso ha il preciso scopo, voluto fortemente dell’Associazione, di ricreare la suggestiva scenografia

dell’ambiente medievale, ma l’ammirevole impegno dei suoi artefici guidati dalla infaticabile Maria Grazia Coltella, ha superato ogni più rosea aspettativa..

Passeggiare quel giorno per le strade del Quarto di Castello, dove l’assetto urbanistico è quello autentico medioevale, sviluppatosi attorno alla centralità del palazzo dei duchi Cantelmo, nonostante le inevitabili aberrazioni della modernità, ha il fascino della scoperta di un mondo antico che, tramontato e ignoto alla coscienza dei più e quasi come una favola, consente la riscoperta di ataviche emozioni che vibrano intensamente dentro di noi al rapido crescere dell’ansimare mentre si salgono i primi gradini della magnifica scalinata di San Lorenzo.

Fiaccole accese, profumo di lavanda, al visitatore viene venduto vino dalle antiche cantine rinate a nuova vita e aperte fino a tardi, e pane di farro e dolci tipici dell’epoca.

Salendo tra una miriade di vicoletti, in un percorso sapientemente guidato, nulla manca di quello che accadeva in un mercato tipico e realmente esistito nel 1485.

Il caseario lavora ai suoi formaggi; lo scalpellino, lo speziale, la materassaia, sono intenti ai loro mestieri.

Il tempo è fermo alla fine del Medioevo.

Facile, quindi, incontrare, in un giorno tanto importante, i Capitani dei Quarti che passeggiano nervosamente tra la gente, quasi in ricognizione, pensando al Certame imminente.

Meglio, allora, distrarsi un po’, per allentare la tensione contagiosa, inerpicandosi ancora, fino a trovare, nello scenario naturale di una deliziosa piazzetta, nel cuore del centro storico, i teatranti girovaghi dall’ironia acuta e un po’ furbetta di quei tempi, in grado di suscitare risate genuine. E ancora, musici, giocolieri, chiarine, dame e popolane a passeggio.

Dal cortile del Palazzo ducale salgono le voci dei commensali  del “Desinar co lo Conte”, il banchetto con menù medievale intervallato da spettacoli in tema.

Corre un ladro tra la folla, rincorso dagli armigeri, mentre davanti la Chiesa di San Lorenzo, due giovani si sfidano a duello, forse per amore.

E’ tardi. I Capitani rientrano nelle loro dimore, qualche fiaccola comincia a spegnersi, le botteghe a chiudere, ma la magia continua.

Ed il fluire ordinato di questi avvenimenti per opera dei numerosi, instancabili aiutanti, cui mai potrà essere sufficiente il riconoscimento degli organizzatori della Recta Rupes, appare l’elemento scontato di un’abilità creativa, come se a monte di tutto ci fosse una mano invisibile solerte e capace, che dà corpo all’abilità collettiva di tutti i componenti, nella stragrande maggioranza costituiti da donne, del Comitato organizzatore del Dies Nundinarum.
Grazie di cuore.

Programma 2011

22 Maggio 2011 – Popoli,  presso Piazza della Libertà
Passeggiata Sui sentieri di caccia del conte Restaino Cantelmo

ore 08,00 Raduno presso Piazza della libertà

ore 08,30 Partenza

ore 12,30 Arrivo località Impianezza

Per prenotazioni tel. 339.692.56.90 - 328.023.43.09 - 338.301.60.33


28 Maggio 2011 - Popoli
dalle ore 17,30 alle 19,00
Certame dei Ragazzi Presso località P.e.e.p. (Popoli)


19 Giugno 2011 - Popoli
III° Torneo Conte Restaino Cantelmo
Gara di tiro con la Balestra Manesca - dalle ore 9,00 alle  19,00
Compagnie partecipanti: Popoli, Cagli, Castiglion Fiorentino, Cerreto Guidi, Cortona, Firenze, Mondaino, Mondavio e San Severino.
Presso Piazza della libertà


02 Agosto 2011 - Popoli
Giuramento dei Capitani

ore 20,00 Apertura degli stand gastronomici lungo Corso Gramsci

ore 21,00 Giuramento dei Capitani in Piazza della libertà


04 Agosto 2011 - Popoli
Cena medioevale "Desinar co lo conte"

ore 20,30 Cena medioevale presso i locali della sede


06 Agosto 2011 - Popoli
Dies Nundinarum

ore 19,00 Apertura Borgo medievale
- Apertura dei quadri di Pescia e del Borgo
- apertura degli stand gastronomici

ore 21,30 1° turno di gara del Certame de la balestra


7 Agosto 2011 - Popoli
Dies Nundinarum e Certame de la Balestra - XIII Edizione

ore 18:30 Apertura Borgo Medievale
- Apertura dei quarti di Pescia e del Borgo
- Apertura degli stand gastronomici

ore 21:30 Fiaccolata con corteo dei 4 quarti
- arrivo della delegazione di Sant’Anna da Via Mazzini
- Arrivo della delegazione di Torre de l'aja da Via Capponi
- arrivo della delegazione di Attoja da Piazza Dante
- Arrivo della delegazione di Castello da Via Giordano Bruno

ore 22:30 2° turno di gara del Certame de la balestra

 Associazione Culturale RECTA RUPES

Piazza della Libertà c/o Torre dell’Orologio - 65026 Popoli

Tel. 328/0234309

www.certame.it      e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il consiglio direttivo:

Presidente: Francesco Foglia (Tel. +39.339.560.87.40)

Vice Presidente: Roberto Antonucci (Tel. +39.328.023.43.09)

Segretario: Alessandro Lattanzio

Tesoriere: Lucia Cuzzupoli

Guida storico-Turistica: Bruno Di Tommaso (Tel. 339.692.56.90)

Libera riproduzione dal testo originale di Ornella Diodati

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna