Stampa
Visite: 123

Riceviamo e pubblichiamo copia della seguente missiva inviata al

Al Presidente della Commissione

Agricoltura della Camera dei deputati

Onorevole Filippo Gallinella.

(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

OGGETTO: Intervento urgente per ovviare agli ingenti danni che la fauna selvatica produce nel territorio agricolo abruzzese-

Gentile Presidente Gallinella sono Franco Volpe Presidente dell’Associazione Rustica e Gentile dell’Aquila.

L’Associazione Rustica e Gentile, costituitasi il 12 dicembre 2008, raggruppa gli olivicoltori ed i frantoiani della Valle Peligna, in Provincia dell’Aquila e ha la finalità di valorizzare l’olio extra vergine del territorio.

Il suo nome fa chiaramente riferimento alle due varietà di olivo della zona: la Rustica e la Gentile dell’Aquila perché da esse derivano le caratteristiche particolari che rendono il nostro olio facilmente identificabile e IMMEDIATAMENTE DISTINGUIBILE DAGLI ALTRI OLI REGIONALI.

L’Articolo 3 dello Statuto recita: “L’Associazione ha come scopi istituzionali lo sviluppo e la promozione del settore olivicolo del territorio.

L’Associazione può attuare, svolgere, organizzare, assumere, incaricare, sostenere, promuovere tutto ciò che in Italia e all’estero riguardi i propri fini istituzionali”.

L’associazione olivicola, insieme al “Consorzio produttori Aglio Rosso di Sulmona” e al “Consorzio della Solina” operanti in Valle Peligna, rappresentano un’opportunità reale per offrire al consumatore la tipicità di un intero territorio.

Tali prodotti esprimono infatti le migliori produzioni agricole della vallata e le sue tradizioni storico-culturali.

L’azione congiunta delle associazioni permette di rilanciare il settore agricolo offrendo al consumatore prodotti tipici e qualificati ed ai produttori agricoli un’opportunità di reddito e di lavoro.

Purtroppo però attualmente la rinaturalizzazione della collina e della montagna, le vaste aree protette e la disponibilità di cibo, hanno determinato in Abruzzo negli ultimi anni, un considerevole incremento demografico delle popolazioni di alcune specie selvatiche, in particolare di cinghiali, cervi, caprioli.

Questo fenomeno, sta provocando l’aumento della frequenza di attacchi a colture e allevamenti zootecnici e di incidenti stradali provocati da impatti fortuiti con quelle specie animali, che comportano ingenti danni a cose e persone.

Ovviamente, entrando nello specifico, i danni che verifico direttamente sono quelli inerenti gli uliveti e quindi la produzione dell’olio, che sta subendo pesanti perdite economiche per questo motivo.

Le chiedo quindi in qualità di Presidente dell’Associazione Rustica e Gentile ma anche facendomi portavoce dei problemi che riguardano l’agricoltura di questo territorio, in particolare di quello Peligno, di interessarsi al problema e di cercare di conseguenza delle possibili soluzioni.

La invito di una sua visita per costatare di persona questi ingenti danni al nostro patrimonio olivicolo.

Nel restare in attesa di suo riscontro le invio i migliori saluti.

Sulmona 02.05.2020

Presidente dell’Associazione Rustica e Gentile

Agr. Franco Volpe

tutti pazzi per la Civita