Pin It

Luigi Di Giosafatte e Florio CorneliAccordo tra Confindustria Chieti Pescara e Federmanager Abruzzo Molise  

E' stato sottoscritto ieri 16 ottobre tra Confindustria Chieti Pescara e Federmanager Abruzzo Molise, nelle persone rispettivamente del Direttore Generale, dr Luigi Di Giosaffatte e il Presidente, dr. Florio Corneli, il Protocollo d'Intesa sulla "Formazione 4.0"

Accordo al fine di rendere pienamente operativo l'accesso al beneficio del credito d'imposta, previsto dalla L. di Bilancio 2018 e dal relativo decreto Ministeriale del 04.05.2018, anche a favore della classe dirigente che si accinga ad intraprendere attività di formazione negli specifici ambiti del Piano nazionale Industriale 4.0 (a titolo esemplificativo, quali big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cyber security, prototipazione rapida, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet delle cose, etc...).

Con il Protocollo in questione sono state così definite le modalità per la condivisione dei piani formativi nelle quali non sia costituita rappresentanza sindacale manageriale interna.

Luigi Di Giosaffatte, Direttore Generale di Confindustria Chieti Pescara ha dichiarato: "E' fondamentale favorire lo sviluppo innovativo del tessuto industriale a partire dall'analisi dei fabbisogni. La 4a rivoluzione industriale è già una realtà in molti contesti industriali.

Sapere come muoversi verso un futuro che è già tra noi e come usare gli strumenti del Piano strategico nazionale Industria 4.0 significa, per l'industria manifatturiera italiana ed abruzzese, essere pronti a cogliere le opportunità che questo cambiamento offre per recuperare posizioni perse e garantirsi un vantaggio competitivo".

Il Presidente di Federmanager Abruzzo Molise, Florio Corneli ha aggiunto: "Per comprendere i processi in atto e gli strumenti dedicati all'adeguamento dell'industria italiana, è necessario prepararsi.

La nostra sfida per far decollare Industry 4.0 è certificare le competenze dei Manager, futuri contaminatori digitali, attraverso percorsi formativi ad hoc sui temi della digital transformation".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna