Pin It

Dal 1° gennaio del 2012 

LA SEVEL ESCE DA CONFINDUSTRIA CHIETI

La Sevel Spa dal prossimo anno non farà più parte dell’Associazione Industriale della Provincia di Chieti.

L’azienda ha inviato la lettera di disdetta dell’adesione, come da statuto, nel mese di luglio e dal 1° gennaio del 2012 uscirà da Confindustria. 

 

La notizia è stata confermata dal presidente dell’associazione della provincia di Chieti ingegner Paolo Primavera.

Una grossa perdita per  Confindustria Chieti, visto che la Sevel spa, joint venture Fiat-Psa (Peugeot/Citroen) è presente in provincia di Chieti con il più grande stabilimento d'Europa per la produzione di veicoli commerciali leggeri,con seimila lavoratori.

Il motivo della uscita da  Confindustria Chieti va ricercato nel fatto la Sevel spa, una volta fuori dall’associazione, non sarebbe più tenuta ad applicare il contratto nazionale collettivo di Federmeccanica.

L'azienda potrà  applicare un contratto specifico per gli operai, come gia' accade negli stabilimenti Fiat di Pomigliano e Mirafiori, non essendo piu' obbligata a rispettare i contratti collettivi che Confindustria Chieti o "altri Enti o Associazioni cui essa eventualmente aderisca abbiano stipulato o assunto in forza della rappresentanza che loro compete", come si legge dall'articolo 5 dello Statuto.

Dal giugno 2010 il presidente della sezione "Aziende Metalmeccaniche" di Confindustria Chieti, sezione che conta oltre 160 soci per un peso in termini contributivi e di rappresentanza che supera il 40% nell'associazione, è Roberto Oglietti, direttore del personale della Sevel di Atessa dal settembre 2008 e nel gruppo Fiat dal 1986.

Una svolta che peserà non poco sul futuro dell’associazione industriale della provincia di Chieti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna