Finisce nei guai l’accusatore di Del Turco

di Luca Rocca*

Da «grande accusatore» a bancarottiere. Vincenzo Angelini, il «re delle cliniche» private che con le sue dichiarazioni, mai provate, decapitò la giunta della Regione Abruzzo mandando in galera il suo governatore, Ottaviano Del Turco, accusato di prendere tangenti senza che mai un soldo sia stato trovato per dimostrarlo, è nei guai.

ORGOGLIOSI AVER DATO NOME A QUESTO PAESE

"L'Abruzzo è orgoglioso di aver dato il nome Italia al nostro Paese".

Con queste parole il presidente della Regione, Gianni Chiodi, ha salutato il presidente del Senato, Renato Schifani, che ha visitato l'isola espositiva allestita dalla Regione Abruzzo nell'ambito della mostra "Regioni e testimonianze d'Italia" a Castel Sant'Angelo a Roma.

Gianni Chiodi in caduta libera.

Secondo una ricerca della Fullresearch, nello speciale sondaggio Monitor Regione, in cui si registra la percentuale di gradimento dei cittadini nei confronti dei Governatori in Italia, il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi,  perde consenso e si posiziona al 17esimo posto.

Destinazione Natura

L'Abruzzo dei parchi e delle aree protette alla fiera del turismo natura più importante e prestigiosa d'Europa. La Regione Abruzzo, i tre Parchi nazionali e il Parco regionale Velino-Sirente saranno infatti presenti alla fiera internazionale "Destination Nature", in programma a Parigi dal 25 al 27 marzo.

Incidente nel 1969. Verdetto 21 marzo 2011

Dopo 41 anni chiuso risarcimento

La 'giustizia lumaca' colpisce ancora.

E' arrivato oggi, dopo quarantun anni, il verdetto finale della Cassazione su una 'epocale' vicenda giudiziaria tutta abruzzese nata il 5 luglio 1969, giorno dell' incidente stradale nel quale un giovane ingegnere, perse la moglie.

Da allora, per avere il giusto dalla società assicuratrice, sono state necessarie una causa “penale” avviata nel 1970 circa e conclusasi nel 1976, e una “civile” iniziata con citazione il 16/12/1978, passata due volte dal giudice di secondo grado ed altrettante, con oggi, alla Suprema Corte. (ANSA).