Stampa
Visite: 848

Continuiamo a sentire proporre e propagandare dai vari candidati sindaci, come emergenza sociale di Montesilvano, la necessità urbana di piste ciclabili e centri di passeggio, senza che si rendano conto che a Montesilvano manca l’efficienza delle più basilari e fondamentali strutture, quali gli asili.

L’asilo è un servizio pubblico, ovvero luogo in cui si affermano le pari opportunità sul diritto al gioco e luogo di interazione e di integrazione, nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di condizione psicofisica.
L’asilo, che nel resto del mondo civile, vuole essere un servizio educativo di territorio, finalizzato a rilanciare i grandi temi della democrazia e della partecipazione, la prima interpretata come adesione progettuale ad una prospettiva di uguaglianza delle opportunità educative, la seconda riproposta attraverso modalità che favoriscano la collaborazione costruttiva di singoli e gruppi all'ideazione e alla conduzione del servizio, a Montesilvano è stata dimenticata.
Presso la via Dante è ubicato l’omonimo asilo che genera nelle prime ore del mattino e del primo pomeriggio un elevato traffico pedonale di genitori e bambini in concomitanza con l’apertura e la chiusura delle attività didattiche.
L’intersezione tra via e via che si attraversa per raggiungere l’asilo, provenendo dall’area di Viale Europa, risulta, per conformazione e dimensioni, difficile da attraversare sia dalle vetture che dai pedoni, con elevato rischio per entrambe le categorie e luogo di numerosi incidenti.
Inoltre, nonostante gli encomiabili sforzi del personale didattico, bistrattato e ignorato dall’azione di governo locale, i bambini devono vivere reclusi all’interno della struttura, in quanto l’esterno, fatiscente, antigenico e strutturalmente devastato, non permette la fruibilità.
Si parla di grandi progetti, di futuribilità, di evoluzione, e si continuano a dimenticare i problemi attuali, nello stile in cui per la politica locale e attuale, il modo migliore per risolvere un problema è negare di averlo o semplicemente ignorarlo.
La Lega Nord Abruzzo ed io per primo, come candidato sindaco di Montesilvano, mi faccio portavoce dei disagi che vivono gli asili pubblici, la devastata Ludoteca e i disastrati “laboratorio didattico e media teca”, luoghi fondamentali per lo sviluppo e l’integrazione dei futuri cittadini, ma ad oggi ignorati dai soliti amministratori commedianti in quanto evidentemente giudicati siti pubblici “politicamente inutili”.

Gianluca Milillo
Candidato Sindaco a Montesilvano per la Lega Nord Abruzzo