Pin It

Il 2017 è stato l’anno della conferma

di Francesco Rapino

Il Movimento 5 Stelle di Chieti ha tracciato il bilancio sulle proprie attività svolte nell'anno solare che si sta concludendo.

“Il 2017 è stato sicuramente l’anno della conferma in un certo senso – hanno detto i consiglieri comunali Ottavio Argenio e Manuela D’Arcangelo – il 2016 è stato l’anno della crescita, abbiamo avuto numeri importanti, con le presenze in Consiglio Comunale pensiamo di non essere secondi a nessun altro, così come per l’attività svolta come gli atti depositati ed altro.

Il 2017 è stato l’anno della conferma perché abbiamo continuato su questo indirizzo: abbiamo depositato circa una dozzina di atti tra interrogazioni, ordini del giorno e proposte i delibera.

Quindi abbiamo cercato, come sempre facciamo, sia di evidenziare quelle che sono le criticità e gli aspetti che non vanno di questa amministrazione e sia di cercare di migliorare le situazioni che possono essere migliorate.

Abbiamo lavorato tantissimo sul fronte scuola a partire dalla divulgazione degli indici di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici per finire con gli ordini del giorno che abbiamo presentato in Consiglio Comunale sull’adeguamento del sito internet del Miur e sulla creazione del fascicolo d’Istituto.

Abbiamo fatto tanto anche in termini di servizi alla scuola perché abbiamo lavorato alla istituzione della Commissione Mensa delle mense scolastiche, abbiamo proposto l’istituzione della Consulta della Scuola, che non ancora viene licenziata dal Consiglio, e poi abbiamo presentato le interrogazioni e successivamente gli esposti ad Anac e Corte dei Conti per quanto riguarda il servizio di trasporto scolastico.

Quindi sotto il punto di vista della scuola abbiamo avuto un anno davvero molto impegnativo perché comunque continuiamo ad essere convinti che la cultura sia uno degli elementi sui quali far ripartire l’economia e la vita della città di Chieti. quindi la cultura e la scuola sono le due facce di un’unica medaglia e quindi ci è sembrato doveroso lavorare in questo ambito.

Abbiamo lavorato tanto anche sull’ambiente perché ci siamo dovuto occupare del Sir di Chieti Scalo, quindi della messa in sicurezza della bonifica, abbiamo presentato un’altra interrogazione che attendiamo che venga portata e discussa qui in Consiglio.

Abbiamo lavorato sulla Sanità perché abbiamo presentato un ordine del giorno che riguardava il Dea funzionale tra Chieti e Pescara e inizialmente respinto dalle forze di maggioranza e poi ripreso sia dalla maggioranza che sostiene il sindaco sia da alcuni esponenti del Partito Democratico, è stato ripreso nella sua parte sostanziale e votato all’unanimità dal Consiglio, segno che anche in quel caso probabilmente abbiamo fatto un lavoro oggettivamente buono che inizialmente forse non era stato apprezzato o capito.

Un anno impegnativo per il lavoro svolto, il 2018 dovrà essere l’anno della svolta perché dovremmo poi finalizzare tutto il lavoro che abbiamo fatto in questi due anni e mezzo, cercare di far avvicinare quante più persone possibili al Movimento e di farle entrare, cercare le professionalità che sin da subito ci possono affiancare nel lavoro quotidiano che facciamo perché appunto secondo noi nel 2018 ci sarà la svolta, si tornerà a votare e quindi a dover formare un nuovo Consiglio Comunale ed una nuova giunta qui a Chieti e noi vorremmo che il Movimento 5 Stelle fosse realmente pronto per essere considerato una reale alternativa alla politica che fino ad oggi ha dimostrato di essere completamente inadeguata, alternativa che prevede appunto le competenze”.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna