Stampa
Visite: 812

Degusti e Versi

Un nuovo corso della sezione enogastronomica che accompagna il Festival “Montesilvano Scrive”.

Da giovedì 13 a domenica 16 giugno 2013, ogni sera dalle 19 alle 20 due aziende dell’associazione “Le donne del vino” presenteranno un vitigno del territorio, a cui il ristorante NiNì, location della degustazione, affiancherà un’idea di cibo da abbinare ai vini offerti, basandolo sulla territorialità e sulla stagionalità. L’ingresso è gratuito.

La consueta partnership con la delegazione abruzzese dell’associazione “Le donne del vino”, nel 2013 si rinforza e diventa affiancamento nell’organizzazione.

Le degustazioni saranno proposte, e introdotte dagli stessi produttori: le aziende Il Feuduccio di Santa Maria d’Orni (Orsogna, CH); Tenuta I Fauri (Chieti); Valle Martello (Villamagna, CH); Platinum Italia (Corropoli, TE); Contesa (Collecorvino, PE); Azienda Monti (Controguerra, TE), Tenimenti del Grifone (Vasto, CH); e azienda Sergio Del Casale (Vasto, Ch).

Il viaggio che si compirà nei giorni del Festival andrà da una Riserva di Montepulciano d’Abruzzo DOC, ai Rosati, alla freschezza di tutte le versioni di vitigni a bacca bianca che abbiamo in regione, dalla Cococciola al Trebbiano, passando per Pecorino e Passerina.

Il ristorante NiNì ha accettato la sfida, non di poco conto, di affiancare ad ogni vino un assaggio di materia prima legata al territorio, interpretata con creatività e nel pieno rispetto delle sue proprietà organolettiche, per evocare il giusto abbinamento in termini di freschezza, sapidità e consistenza.

Panzanella, pallotte “cacio e ove” e agnello fritto sono nell’elenco dei finger food che saranno serviti durante “Degusti e versi”, ma nell’elenco appaiono anche nomi che destano curiosità come gelato ai piselli, carpaccio di vitellone marinato alle erbe con crema di pecorino, hamburger di capocollo di maialino o coulis di pomodoro profumato all’aceto con basilico e crostini croccanti.

Durante le sere del Festival, inoltre, a chi si fermerà a pranzo o a cena al ristorante NiNì sarà proposto, oltre al menu consueto, un “menu letterario” al prezzo fisso di 35 euro, con l’inserimento di un piatto inventato per “Montesilvano scrive”.

L’associazione “Le donne del vino” conta iscritte in Abruzzo già dagli anni ‘90, ed è arrivata a quota 25 nell’anno 2013: si tratta, ad oggi, di 15 produttrici e 10 tra sommelier, giornaliste e ristoratrici.

«Ci poniamo, come obiettivo, la promozione della cultura vitivinicola abruzzese da un punto di vista conviviale ma sempre professionale – spiega la produttrice Valentina Di Camillo, presidente della delegazione abruzzese dell’associazione Le Donne del vino – In linea con il profondo legame con il territorio condiviso da tutte le associate, desideriamo sviluppare il coinvolgimento del mondo femminile nel settore vinicolo in un’ottica di pari opportunità».

Le produttrici aderenti alla Delegazione abruzzese dell’associazione Le Donne Del Vino sono: Valentina Di Camillo, Perla Pasetti, Stefania Bosco, Paola Matteucci, Katia Masci, Marina Cvetic, Marina Orlandi Contucci, Anna Illuminati, Laura Lamaletto, Laura Del Casale, Francesca Santoleri, Aurelia Mucci, Emilia Monti, Martina Danelli, Mariateresa Ruccolo, Katharine MacNeil e Stefania Pepe.

Le altre socie sono le ristoratrici Marzia Buzzanca, Angela Di Crescenzo e Nadia Moscardi; la giornalista Cristina Mosca; le sommelier Cristina Sacchetti, Silvia Giuliani e Graziella di Berardino; e l’enologa Claudia Gualtiero.

Pagina facebook: www.facebook.com/DDVAbruzzo.

 

L’ufficio stampa Cristina Mosca – tel 328/4131195 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.