Pin It

Udienza incentrata sugli accertamenti bancari e patrimoniali che hanno riguardato ll'ex manager della Asl di Chieti Luigi Conga , quella di oggi nel processo sulle presunte tangenti nella sanita' privata abruzzese. Sul banco dei testimoni è stato chiamato il maresciallo della guardia di finanza, Lucio Carusi, chiamato a raccontare i risultati degli accertamenti che hanno riguardato, oltre a Conga, anche alcuni suoi parenti.


Dalla testimonianza è emerso che  che tra il 2003 ed i primi mesi del 2008 sui conti di Conga sono stati versati, un milione 154 mila euro, di cui 780 mila euro risultano ''ingiustificati''.  Coinvolte in questo giro di denaro due sorelle di Conga, con l'ultilizzo di loro conti correnti. Si è anche parlato degli immobili che, ha riferito il maresciallo, Conga ha acquistato tra il 2003 e 2004: sei appartamenti, sei garage e sei posti auto. Si è anche appreso che alcuni immobili sono stati acquisiti tramite la societa' ''Mara Srl'', di cui e' amministratore lo stesso Conga.  Infine è stata ascoltata la curatrice fallimentare del gruppo Villa Pini, Giuseppina Ivone, che ha parlato dell'enorme buco che ha trovato nel gruppo  Villa Pini e in particolare proprio nella clinica madre teatina.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna