Pin It

Vivere a Pescara

Ho iniziato a stare a Pescara già da ragazzino; sono nato a Roma e da oltre trent’anni vivo nella città dannunziana. Sto scrivendo e mi viene in mente Ennio Flaiano. Nessuno si scandalizzi se penso che il grande Ennio, a mio avviso, sia stato ed è tutt’ora considerato ( non mandatemi a quel paese ) un eccezionale personaggio strapazzato, tenuto conto del premio che viene dato una volta all’anno per i Cinematografari, denominato Flaiano. Io vedo quell'uomo come un grande pensatore e per meglio dire uno dei filosofi più arditi del '900.

Ed allora, a mio avviso, come era stato detto dal ministero, il vecchio tribunale, poteva e doveva essere venduto e con il denaro che si sarebbe ricavato, potevasi impiantare nella città, per esempio, una seppure minuscola università.

Oppure con lo stesso denaro costruire alcuni silos dove parcheggiare le automobili che invece gonfiano molte vie della nostra città.

In via Enzo Ferrari, tanto per fare un esempio, spesso sono parcheggiate, in un tratto stradale non assai lungo, non meno di circa 2.500 automobili.

Se è vero, e, purtroppo non ho esagerato, le automobili, insieme alle moto che spesso viaggiano oltre 100 km orari, producono gas che ama il tumore "da regalare" agli abitanti.

Il Sindaco attuale è una persona di ottima cultura e con ciò è in grado di aiutare Pescara a crescere veramente senza trovare " bicchieroni" che sono utili soltanto a sfasciare se stessi ed una piazza, ove occorrerebbe una sistemazione che somiglierebbe alle piazze del nord Italia.

Spero che i lettori non se la prendano a male, anche se mi manderanno a ..quel paese... il mio pensiero su Pescara resterà lo stesso.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna