Stampa
Visite: 961

Cinquanta milioni per bonifica e nuove industrie a Bussi
Testa e Lattanzio ringraziano i parlamentari abruzzesi

“Il gioco di squadra funziona. La dimostrazione è arrivata da Roma, con il via libera all'emendamento che stanzia 50 milioni di euro per la bonifica, la messa in sicurezza e la reindustrializzazione delle aree di Bussi. Un doveroso ringraziamento per questo risultato va a tutti i senatori abruzzesi che hanno consentito di raggiungere l'obiettivo e cioè Marini, Piccone, Lusi, Mascitelli, Tancredi, Legnini, Pastore, Di Stefano e Micheloni”. Lo affermano il presidente della Provincia di Pescara, Guerino Testa, e l'assessore provinciale all'Ambiente Mario Lattanzio.

Entro il 30 giugno il commissario delegato dovrà provvedere ad avviare la bonifica del sito di interesse nazionale di Bussi (così come individuato e perimetrato con decreto del ministero dell'Ambiente).

Le opere e gli interventi di bonifica e messa in sicurezza dovranno essere prioritariamente attuati sulle aree industriali dimesse e sui siti limitrofi, per consentirne la reindustrializzazione.

“Un doppio risultato – commentano Testa e Lattanzio – perché con questi fondi ci si attiva contemporaneamente sia per salvare l'ambiente sia sul fronte occupazionale e in un'area con una storia particolare come quella di Bussi era indispensabile agire in questa duplice direzione.

E' gratificante sapere che le richieste lanciate dall'amministrazione provinciale nel corso di una serie di incontri, tenuti anche a livello nazionale, siano state accolte”.