Stampa
Visite: 619

Non si placa l'ondata di polemiche dopo il provvedimento di Alessandrini sullo smog

di Arturo Calcagni

I primi risultati del provvedimento sulle targhe alterne emesso dal sindaco di Pescara sono positivi.

Su tre delle quattro centraline presenti in città, infatti, la qualità dell'aria è risultata buona.

Frutto di un decremento del traffico che si è attestato sul 30% nelle principali strade cittadine.

Ma le polemiche scaturite dopo la decisione del primo cittadino non finiscono e a scendere in campo è Confindustria che in una nota fa trasparire tutto il suo dissenso: "Confindustria Chieti Pescara ritiene dannosa per l'economia del territorio l'ordinanza emessa la scorsa settimana dal sindaco di Pescara in merito alla circolazione dei veicoli - si legge nel comunicato dell'associazione -."

"Pur riconoscendo come valore supremo la salute dell'uomo - ha aggiunto Confindustria - l'ordinanza non tiene conto del sistema dei trasporti cittadino e di chi ne usufruisce e soprattutto non tutela in alcun modo i lavoratori nei periodi di divieto.

Se nelle prossime ore nulla dovesse cambiare siamo pronti a fare fronte comune con altre associazioni per portare alla luce i danni subiti da cittadini e imprese".