Pin It

"Il Consiglio comunale non è una curva da stadio"

“Siamo consiglieri  non capi ultras, eletti per amministrare non per indossare magliette”

“Il Consiglio Comunale non è una curva da stadio o la tribuna di un palazzetto dello sport: è un’aula di pensiero e di confronto, nella quale gli eletti del popolo assumono democraticamente e nel rispetto reciproco le decisioni sulla città.

I cittadini ci hanno scelto e ci hanno affidato funzioni di governo e di controllo per articolare pensieri, deliberare e rendere possibile l’attuazione delle decisioni, non per proporci come improbabili capi ultras che urlano sulle maglie slogan forse difficili da argomentare e difendere con le parole.

Per questo motivo rivolgo un appassionato appello ai colleghi del centrodestra.

Deponiamo gli abiti dei tifosi e recuperiamo quelli degli amministratori, visto anche che dobbiamo deliberare in tempi urgenti, come previsto dal recente decreto sugli enti locali, sulla rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale, in mancanza del quale si determinerebbero danni gravissimi per l’Ente che si troverebbe a mancare di circa 8 milioni di euro per far fronte ai debiti di parte corrente.

Le istituzioni non sono proprietà di chi ha vinto le ultime elezioni e nemmeno ostaggio di chi le ha perse, ma sono dei cittadini cui forse stiamo suscitando più sconforto che attesa fiduciosa, trasformando l’aula consiliare nel fronte degli spalti.

Non siamo stati eletti per indossare magliette, ma per amministrare attuando buone politiche.

Per salvaguardare la credibilità della nostra funzione mi sento di dire che ci vogliono meno magliette e più buona politica”

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna