Stampa
Visite: 1033

Gianni PagannoneUn grande  pedagogo  e  intellettuale  di  rara  ricchezza  interiore

A cura di Elisabetta Mancinelli email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Oggi per me e per i suoi amici e parenti è un giorno di grande dolore, è dipartito dopo una breve ma funesta malattia, un caro amico, compagno del Liceo D’Annunzio.

Persona mite, discreta, ironico anche con se stesso, manifestava i suoi pensieri  le sue opinioni improntate sull’onestà il rispetto per l’altro da cui, comunque sia e da dovunque venga, diceva,  puoi apprendere qualcosa.

Determinato ma mai aggressivo, non si vantava né si esibiva, nonostante la sua grande cultura rimane un eccellente  esempio  di  come ognuno di noi dovrebbe essere.

Circondato dalla amata compagna e i suoi due figli e  in attesa di una nipotina Anna che purtroppo non vedrà, non si è mai lamentato, nemmeno nei suoi ultimi giorni di dolore.

Ascoltava musica classica e abbracciando i suoi cari diceva che nella sua vita era stato tanto fortunato.

Grande il dolore della famiglia  e del mondo scolastico per la perdita del prof. Gianni Pagannone, laureato in filosofia, dirigente dell’Istituto “Alessandrini” di Montesilvano, docente e uomo impegnato nel rinnovamento della Scuola e della società.

Amico di Italia Nostra e sempre disponibile nel dare il proprio contributo di idee e di fattiva partecipazione dei suoi docenti e studenti a tutti i progetti rivolti alla tutela dell’ambiente e del paesaggio.

Il professore ha fondato la sua dignitosa esistenza  sulla difesa della democrazia  e sull’affermazione dei principi di libertà e  giustizia, caratteristiche proprie di un grande educatore e di un intellettuale  di rara ricchezza interiore.

Buon viaggio amico , anche se non sei più materialmente tra noi albergherai immortale nei nostri cuori.

I funerali si  sono tenuti  a Pianella oggi alle ore 15,30.

L’ho accompagnato insieme ad una grande e commossa comunità, che lo aveva conosciuto e apprezzato come grande educatore e intellettuale di grande valore umano nel suo ultimo viaggio terreno.