Pin It

Il futuro in verde dell’Abruzzo

Il Comune di Roseto degli Abruzzi ha annunciato l’affidamento in gestione all’Associazione Ambiente e/è Vita nell’ambito di un importante progetto.

Inizia con i migliori auspici il 2016 per Ambiente e/è Vita: dopo la nomina del nuovo Presidente Benigno D’Orazio, l’Associazione ottiene un prestigioso incarico, l’affidamento in gestione della Riserva naturale del Borsacchio a Roseto degli Abruzzi, istituita nel 2005 con legge regionale, ma fino ad oggi ancora mai ‘operativa’.

Un’area di incontaminata bellezza con i suoi aspetti di integrità della costa sabbiosa e la presenza di dune con tratti di macchia mediterranea, dove si riproducono uccelli rari come il Fratino (Charadrius alexandrines), protetti da convenzioni internazionali.

L’affidamento in gestione all’Associazione comporterà l’esercizio delle attività gestionali volte alla salvaguardia dell’ambiente protetto e la realizzazione di un progetto di sviluppo e valorizzazione della Riserva.

L’ufficializzazione dell’affidamento è stata data dal Sindaco di Roseto degli Abruzzi Enio Pavone nel corso di una conferenza stampa svoltasi martedì 5 aprile.

Il Primo cittadino ha anche affidato l’incarico per la revisione del Piano di Assetto naturalistico all’architetto Fabrizio De Gregoris e quello per la redazione del Piano Pluriennale di Attuazione al Presidente di Ambiente e/è Vita, avvocato Benigno D’Orazio.

Patrizio Schiazza, Presidente regionale dell’associazione Ambiente e/è Vita, ha confermato che il gruppo lavorerà da subito per ottenere dalla Regione i fondi necessari affinché il progetto possa prendere avvio già in pochi mesi e sia aperto, proprio nella Riserva, un ufficio a servizio dell’utenza e dei visitatori.

Un obiettivo auspicato dall’intera cittadinanza che da anni attendeva la soluzione di una complessa vicenda politica, per la quale il presidente D’Orazio, nel 2005 consigliere regionale, ha avuto un ruolo fondamentale nell’approvazione della legge regionale di istituzione della Riserva.

Nel Programma Pluriennale di Attuazione il Presidente D’Orazio stabilirà quali dovranno essere le azioni necessarie per lo sviluppo dell’intera area, pianificherà le attività da mettere in atto puntando a creare una cultura ambientale in una delle più popolose città della Regione Abruzzo e a coinvolgere i cittadini ei vari operatori locali nell’ottica di un turismo sostenibile.

“Il mio impegno sarà massimo – ha detto il Presidente D’Orazio. – Implementerò i principi della Carta Europea del Turismo Sostenibile che sarà modellata su un piano di sviluppo turistico che riguarderà l’intera città.

In altre parole, La Riserva del Borsacchio dovrà rappresentare un valore aggiunto per il turismo e per le attività economiche di Roseto degli Abruzzi favorendo la promozione e la valorizzazione del territorio che la ospita”.

La Riserva del Borsacchio conserva uno degli ambienti costieri più importanti della Regione Abruzzo e costituisce un argine contro le richieste di ricerca ed estrazione di idrocarburi che interessano sia le aree a terra che quelle di mare antistanti l’area protetta e un elemento per la protezione del mare racchiuso tra i fiumi Vomano e Tordino.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna