Con lo slogan “Fermiamo l'Italia per fermare Green Hill” – spiega Giorgia De Luca segretario della Theriakà - lanciato dagli attivisti del movimento spontaneo Occupy Green Hill il 3 marzo in 55 piazze italiane, si è tenuto contemporaneamente un sit -in di protesta, che ha coinvolto più di 3000 persone, contro l'allevamento Green Hill della famiglia americana Marchall, sito a Montichiari nel bresciano, che alleva più di 2500 beagle che ogni mese vengono venduti ai laboratori di vivisezione di tutto il mondo.

L'assessore Gianfranco Giuliante

Nuova veste per lo sportello regionale dell'ambiente.

Dal prossimo 12 marzo sarà attivo il rinnovato front office dello "Sportello regionale per l'ambiente".