Stampa
Visite: 2057

Sabato 19 Maggio alle ore 21 al teatro Rossetti di Vasto ho trascorso una piacevole serata con lo spettacolo " Tango Sin antes ni después" (Non è né prima né dopo

n dr), con la collaborazione dell'associazione R.A.T.I. Rete di Abruzzesi per il Talento e l’Innovazione.
Protagonisti il Duo Maclè, Pianoforte a quattro mani, i Ballerini Walter Cardozo e Margarita Klurfan, di Buenos Aires, Argentina e la voce recitante di Denio Derni.
Il Duo Maclè è composto da Sabrina Dente Nata a Busto Arsizio (VA) e Annamaria Garibaldi, che vive a Fossacesia CH.
Nel 2004 hanno creato questo legame.
Maclè è un termine proveniente dal francese antico.
Etimologicamente la parola deriva dal latino macula= macchia.
E' un cristallo geminato a forma di stella.
Nome efficace che con le tante sfaccettature realizzate sul cristallo per creare la stella, descrive il carattere delle artiste.
Ragazze giovani, tecnicamente preparate, padrone dello strumento, il piano.
Professionalmente sicure, con un tocco di mano preciso, vellutato ma energico allo stesso tempo.
Propongono musica di tutti i generi, sia orecchiabile, ma anche classica dei maggiori autori.
Mi ha colpito al concerto il loro sorriso, l'espressione,il movimento del corpo e delle braccia a tempo con la musica che proponevano.
Una fusione che con gli anni creerà tanti successi.
Lo spettatore si immedesima, è attratto dalla armonia, ti coinvolgono, ti trasportano e quasi sei compromesso anche per la coppia di ballerini che ballano perfettamente e sensualmente il tango, con una completezza ed un contatto di veri professionisti.
La gamba di Margarita, nelle figure da fermo, sembrava un serpente che si arrotolava sulla gamba di Walter.
Nel tango l' "otto", tecnicamente è il passo più importante, è come il cuore del tango, lo fa la donna.
I ballerini hanno offerto al pubblico tutte le origini del ballo che sono una comunicazione tra i corpi ed emettono emozione, energia, respirazione, abbraccio, palpitazione.
La pronuncia, il timbro di voce, i commenti recitati da Denio Dermi hanno creato un clima perfetto dell'ambiente .
Scenico, seducente, il tango ballato senza musica, ma solo con la voce recitante di Denio Dermi di un brano...
Per creare meglio l'atmosfera , l'ambiente di Buenos Aires, avrei fatto un uso maggiore di parole spagnole o meglio Il lunfardo, adoperato nella città.
Il lunfardo è molto usuale ed è usato specialmente nelle canzoni del ballo tipico di questi città, il tango.
Luciano Pellegrini