Stampa
Visite: 850

E' iniziato un colloquio limpido, educato non offensivo fra due persone che amano e rispettano l'ambiente ma su punti di vista diversi per la sua salvaguardia .

Sono ambientalista ma non DEL NO!

Trascorro tanto tempo in montagna ed aborro le pale eoliche che hanno distrutto il paesaggio e la maggior parte sono ferme per mancanza di vento. Anche i terreni sono stati invasi da impianti fotovoltaici per catturare l'energia solare, brutture!

Purtroppo gli ambientalisti del NO non accettano proposte , sono rigidi sulle loro idee.

Per loro il pianeta andrà avanti e sempre con le sue risorse!

Bello se fosse vero!

Purtroppo le risorse energetiche non rinnovabili del pianeta sono quasi esaurite.

Per le fonti alternative rinnovabili pensate che si possa accettare solo il sole?

Rifiutate gli inceneritori, gli impianti per le biomasse.

Tutto nuoce, tutto fa male, tutto procura morte!

Guai parlare del NUCLEARE!

Vi Suggerisco una vita come gli eremiti!

Provate amici ambientalisti del NO.

Le nostre montagne sono piene di eremi e grotte che sono stati ripari ed abitazione per secoli ai pastori ed a chi aveva scelto una vita contemplativa.

Vi anticipo che è dura. Dovete procurarvi il cibo, la maggior parte sono bacche, erbe, frutti, acqua. Dormire, se vi va bene, in un sacco all'aperto.

Ci riuscirete?

Io sono convinto di NO.

Allora bisogna adattarsi, concentrarsi ,accettare le comodità di cui godiamo che provengono da fonti di energia in esaurimento, in primis il petrolio.

Si parla di alternative sostenibili, di risorse non inquinanti, energia alternativa.

I governi del pianeta stanno valutando forme di energia alternativa ed in Italia ci sono decine e decine di associazioni ambientaliste che vogliono partecipare a queste scelte.

Sono contrario a tutte queste associazioni che dagli statuti vogliono tutti lo stesso conseguimento.

D'altronde se l'ambiente è uno solo, perché devono esistere tante associazioni per difenderla?

Penso di fare cosa gradita a chi mi accusa che soprattutto sono solo due le associazioni che collaborano di più e si danno da fare,

Da una mia ricerca veloce ne ho trovato 15 ,ma sono molte ma molte di più.

  1. acqua bene comune
  2. L'Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente (A.N.T.A.)
  3. parco nazionale costa teatina
  4. Fondo Ambiente Italiano
  5. fareambiente
  6. federparchi
  7. greenpeace
  8. italianostra
  9. legambiente
  10. marelibero
  11. marevivo
  12. naturaverde
  13. non lasciamoli fare
  14. Mountain Wilderness
  15. wwf

Sarete a conoscenza, ambientalisti del NO, che in Francia, ai confini con l'Italia, sono installate 6 centrali nucleari?

Le Alpi fanno da barriera, ma solo per 5mila metri IN ALTEZZA!

Si può dire che le abbiamo in casa...

Ecco i nomi:

  1. Marcoule confina più con la spagna vedere km dall'italia Chusclan
  2. Tricastin
  3. cruas
  4. St-Alban
  5. Creys-Malville
  6. Bugey la più vicina all'Italia.

Nel 2010 l'energia nucleare in Francia ha generato il 74.12% dell'energia elettrica prodotta in totale nel Paese.

A marzo 2010, sono presenti in questa nazione 19 centrali elettronucleari in funzione che dispongono complessivamente di 58 reattori operativi, 1 in costruzione e 7 dismessi.

Inoltre può esportare ad altri paesi questa energia, anche all'Italia, sua vicina, che non dovrebbe accettarla per credibilità sulla sua scelta. Invece...

Quante sono le centrali nucleari sul pianeta?

Tante,per chi volesse farsi una istruzione consiglio di aprire la pagina web e studiare.

Qual'è la giusta misura per non creare panico, pensare al domani, non strumentalizzare,

educare le nuove generazioni al rispetto ed al risparmio delle fonti energetiche rinnovabili?

Bisogna non arroccarsi sulla propria torre, dialogare e pensare al prossimo futuro.

Luciano Pellegrini