Pin It

Di Jessica Verzulli

La notizia di oggi sembrerebbe essere che i politici locali stiano inviando una valanga di richieste di raccomandazioni all'Ikea, per piazzare i loro amici. Non mi sembra una notizia questa, piuttosto la prassi consolidatasi da anni e anni.
La novità sta invece nel corretto comportamento dell'azienda, che non solo lascia trapelare il fatto, ma che addirittura risponde ai politici in questione, chiedendo di smetterla.
Mi sembra ovvio che, per aver avuto un atteggiamento del genere, probabilmente le assunzioni saranno - questa sì, che è una felice notizia! - almeno per una volta, trasparenti. 
Spero vivamente che altre aziende, così come i cittadini, inizino pian piano a ribellarsi a questa cattiva abitudine - tutta italiana -, perché non ci si può lamentare se le cose vanno male, se l'Italia non funziona, quando poi la maggior parte delle persone sono disposte a vendere il loro voto in cambio di favori. Finché sarà questo il criterio di scelta dei nostri amministratori, non potremo sorprenderci se le cose vanno male.  Inoltre, continueremmo a "tagliare la strada" a giovani volenterosi e onesti

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna