Stampa
Visite: 631

Gli italiani non sono razzisti, sono stanchi!!!

Dopo il rogo appiccato alle baracche abusive dei rom di Torino, all'incirca un mese fa, il Ministro per la Cooperazione internazionale e l'integrazione, Andrea Riccardi afferma: "per evitare futuri episodi d’intolleranza, ai rom servono, casa, lavoro e istruzione, elementi assolutamente necessari per favorire l’integrazione". Per Riccadi è necessario investire sui figli dei rom, sulla loro scolarizzazione e dare agli stessi una casa, poiché “la vita in una casa favorisce l’integrazione e il superamento della provvisorietà”.

Nessuna ombra di dubbio sulla necessità di integrazione di tutti gli immigrati, ma come si fa a fare affermazioni del genere quando lo Stato non riesce a soddisfare le richieste di case popolari degli italiani, che hanno sempre pagato le tasse per avere questi servizi?! Come si fa, a dire di no a famiglie che hanno perso il posto di lavoro, in situazioni precarie, per poi dare priorità a chi non ha mai contribuito alle casse statali? 


Il Ministro Riccardi in visita al campo Rom
 
Dopo questa vicenda, sui cui non mi sono voluta esprimere prima, per non scatenare i soliti populisti e allarmisti richiami al razzismo, ecco che spunta la denuncia  del consigliere PdL Vecchi, che svela che ben dodici milioni e ottocentomila euro sono stati spesi nel 2010, dalla sola regione Emilia Romagna, per assegni sociali agli stranieri over 65. In tutta Italia, si stima che questi stessi assegni sociali agli stranieri siano costati alle casse dello Stato circa 50 milioni di euro all’anno, dal 2001 ad oggi.
Questi giorni poi, impazza una nuova idea: abolire la tassa sul rinnovo del permesso di soggiorno degli immigrati perché è una tassa ingiusta e persecutoria. D'accordo il Governo Monti, PD, IDV e tutta la sinistra, che però non ha ritenuto affatto persecutorio l'aumento dell' I.V.A., dell' IRPEF, l'istituzione nuovamente dell' ICI e tutta quelle serie di rialzi di tasse che hanno appoggiato.
Va bene, siamo in tempi di crisi e anche il PdL ha votato a favore di quelle misure che sembravano inevitabili (non so fino a che punto onestamente), ma è del tutto normale che poi gli italiani siano stanchi di questo atteggiamento per cui viene chiesto a noi che paghiamo le tasse di fare enormi sacrifici, mentre nei confronti di chi non ha quasi mai contribuito, prevale il senso della morale.
Gli immigrati vanno aiutati, ospitati e integrati, ma non è così, che svilupperanno il senso della reale accoglienza italiana, anzi, tutt'altro.

Jessica Verzulli