Pin It

Risultato del troppo perbenismo!

di Tullio Parlante    

Ancora due poliziotti presi a sprangate al grido di allah akbar da parte di un senegalese che non doveva trovarsi in quel posto se fosse stata applicata la sentenza d’espulsione.

Inutile continuare, da parte dei buonisti, a dire che ce bisogno di integrazione quando per far sì che ciò avvenga occorre che la stessa viaggi parallelamente con il lavoro, l'accettazione delle regole del Paese ospitante etc...etc...

La cultura storica di una nazione non si cambia con uno schiocco di dita, perché le tradizioni culturali religiose hanno una loro anima nella definizione di appartenenza a una comunità.

Questo modello di integrazione, esercitata per anni sul nostro territorio con l’illusione di appiattimento di concessioni a volte negate agli stessi italiani, ha solo prodotto – e purtroppo si continuerà a produrre – una forma di odio mascherato da oggettive visioni illusorie all’indirizzo di condizioni di vita che sono, o dovrebbero essere, la porta d’accesso a quella famosa unità integrativa con cui una parte politica dominante del nostro Paese ha fatto concessioni a larga maglia.

Anche se si continua a parlare di seconda o terza generazione di persone che sono nate sul nostro territorio, quindi con la supponenza di integrazione compiuta, costoro provengono sempre da una cultura religiosa non cristiana.

Non saranno mai in grado di gestire – perché hanno e avranno sempre la tradizione genitoriale che impone le regole secondo cui vivere - da solo le loro vite religiose.

Maggiormente, quando poi si assiste a fatti sconcertanti, come quello citato in appendice, ancor di più il dubbio si fa strada nel cercare in tutti i modi, senza purtroppo riuscirci considerando che se non ci fosse stato questa invasione senza controllo forse la soluzione al problema lo si poteva trovare e affrontarlo diversamente.

Non v'è dubbio alcuno che questo grande problema del terzo millennio avrà bisogno di anni e tantissimo tempo per cercare di migliorare sia la qualità della vita dei singoli soggetti che la qualità di comunicazione e rispetto delle regole da parte di coloro che hanno deciso di vivere tra di noi, ovvero, in Europa. 

L'attuale governo politico, anziché continuare a schermarsi nell'evidenziare cose fatte e da fare che - indubbiamente vanno migliorate - cercassero invece una soluzione a questo problema, che pur essendo un retaggio del passato, mette in condizione la collettività di confrontarsi con un nuovo elemento disgregante che è appunto la forzatura del mantenimento sul nostro territorio di persone che in un modo o nell'altro non accettano sia il nostro modello di società occidentale, sia le regole religiose del nostro modo di essere cittadini sia europei che italiani.

Muoversi all'interno della democrazia, significa non aspettare ancora che succeda una nuova tragedia per ricollocare all'oggetto della domanda sempre il perché non si sia posto in essere l'attenzione prima del dopo al fatto compiuto. 

tutto pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna