Stampa
Visite: 269

Se ne sentiva la mancanza?

di Tullio Parlante 

Certamente, di fronte al grande problema che attanaglia la scuola, non stavamo aspettando chi doveva darci degli indirizzi tipo le lezioni a distanza con vari interventi di edilizia scolastica etc....etc....

Movimento anti sovranista, senza una visione politica del dopo, che, ultimamente si materializza laddove esiste una grande discussione politica progettuale che cozza contro la loro mancanza di argomentazioni politiche.

Questa è la rappresentazione del domani?

I rappresentanti "ittici" del movimento, muovono argomentazioni che sono già all'interno della discussione politica, per cui, la loro ri-presenza, nel panorama politico, diventa noioso.

Certamente, anche doppiando i vari problemi scolastici, diventa un modo come un altro per non passare nel dimenticatoio.

Chi si batte per delle idee, anche se non condivisibili, merita comunque rispetto politico. Chi ha una progettualità politica che possa o riesca a migliorare la qualità del vivere comune, merita rispetto.

Chi ha una ideologia (complesso di idee e delle mentalità proprie di una società o di un gruppo sociale in un determinato periodo storico) merita rispetto, ma, chi scende in piazza soltanto per antipatia politica, lascia il tempo che trova.

È giusto che i giovani debbano dire la loro, ma, devono avere anche un orizzonte di idee che non si infrangono contro quella caducità ( la qualità delle cose destinate a cadere o perire) che renderà inutile quella presenza fatta solo di ululati arrabbiati.

La loro scesa in campo, esclusivamente per ribaltare un voto politico, inneggiando non si sa a che cosa, solo perché c'era la presenza di Salvini che andava "condannato" (a oggi sono ben chiare le motivazioni di Salvini quando decise di dire basta ai 5s....inutili ed incapaci) dimostra la continua fragilità dell'assoluta mancanza di argomenti politici.

In questo panorama politico, non si sente la necessità di avere gruppi del genere che marciano come tante oche in fila indiana senza una vera motivazione che alimenti l'interesse della partecipazione. 

Tuttavia, se le nuove generazioni di sinistra prendono a modello politico personaggi come il Sindaco di Bergamo che twitta una sfilata di persone entrare a Capitol Hill come proletari, poco istruiti, marginali e facilmente manipolabili, quel vuoto rimasto in attesa di essere riempito, denota il grande distacco sociale che ripropone la sinistra quando la leva dell'interesse del ceto basso era la bandiera da sbandierare ai quattro venti.

La politica è vera arte dell'interesse comune quando questa affonda le radici nel quotidiano cercando la risoluzione al o ai problemi.

Diversamente, è menzogna quando crea solo illusione all'interno della fragilità umana.

tutti pazzi per la Civita