Stampa
Visite: 255

I dogmi della Chiesa cristiana!

di Tullio Parlante

In oltre duemila anni di storia del cristianesimo - costellate da varie pandemie - mai era stato messo in discussione la nascita del Cristo Gesù. Al contrario.

Semmai qualcuno avesse avuto la geniale idea di mettere in discussione i valori tradizionale della fede, probabilmente, ci sarebbe stata un'alzata di scudi cristiani da non permettere che ciò avvenisse.

Oggi, nel terzo millennio, la Chiesa cristiana si sottomette alla politica in modo ingiustificabile. Ovvero.

Se attualmente, con la pandemia a pieno regime, si possono assolvere ai propri doveri cristiani - quindi andando a messa - nel pieno rispetto delle regole (mascherina, distanza, e sanificazione delle mani) perché lo stesso accorgimento non vale per la messa delle ore 24,00?

Perché i rappresentanti della chiesa hanno permesso al governo di dare consistenza a questa inutile genialata?

Ma chi siamo noi, credenti umani, per poter gestire una data che è parte integrante della nostra storia di cristiani?

Forse coloro i quali - minoranza politica del Paese - sono convinti di poter fare e disfare a loro piacimento tutto ciò che avrebbe bisogno di una riflessione molto più approfondita!

Meno male che qualche sacerdote comincia a far sentire la propria voce che grida allo scandalo.

Anche se su questa linea ce ne dovrebbero essere tanti. 

Nessuno mette in dubbio il momento sanitario particolare e preoccupante.

Ma, da qui a prendere delle decisioni che cozzano contro lo stesso raglio (emissione sgraziata di voce) che alimenta quel loro potere personale, induce a grande riflessione tutta la collettività che viene penalizzata da un modo scorretto nell'applicazione delle norme.

D'altronde, tutto questo vespaio verso i credenti forse serve a distogliere l'attenzione verso le moschee, di cui nessuno ne parla?

Non v'è dubbio che "probabilmente" qualche errore l'abbiamo commesso, per meritarci questa componente politica che sta' solo creando una tale confusione che serviranno anni di lavoro - per chi verrà dopo di loro trovando un macello di rovine umane ed economiche - per cercare di rimediare a tutti i problemi lasciati irrisolti. 

Rientrando nel seminario del dogma (nella teologia cattolica, verità rivelata da Dio o definita dalla chiesa come tale, imposta ai credenti come articolo di fede) della chiesa cristiana, non possiamo non tener conto che, seppur i tempi cambiano, il nostro modello di Fede rimane e rimarrà sempre quello che le generazioni passate ci hanno tramandato come modello assoluto di valori tradizionali che, strada facendo, hanno modellato il nostro percorso sociale e culturale all'interno della società.

Che la nuova chiesa rifletta prima di prendere in considerazione ciò che potrebbe essere "anche" sbagliato. La fede è parte integrante di ogni credente.

tutti pazzi per la Civita