Pin It

La riforma della giustizia è necessaria!

di Tullio Parlante

No letto con molta attenzione la lettera del Dr. Nello Rossi – direttore della Rivista Questione Giustizia – allorché, nella sottile analisi del momento  che coinvolge la Magistratura per fatti imbarazzanti e inaccettabili.

Il Dr Rossi conclude l’intervento con una leggerezza tale (svilire, mortificare, ridurre all’impotenza il giudiziario  può essere il sogno di alcuni politicanti ma non sarebbe un guadagno per i cittadini) che non tiene conto di che cosa abbiano combinato quei magistrati politicizzati nelle decisioni che riguardavano le scelte democratiche di un Paese che aveva deciso da chi essere governato in quel momento storico, dove il centro-destra era maggioritario nel Paese.

Gli unici che ci guadagneranno da questa sporca storia, saranno i cittadini che, quando avranno bisogno della giusta giustizia, saranno giudicati solo da magistrati seri e onesti che applicheranno solo e solo la legge.

Senza il timore di avere come giudicante una toga che, politicamente parlando, antepone gli interessi di corrente facendo solo del male a colui o coloro i quali devono essere giudicati per quello che realmente hanno commesso, senza nessun tipo di appartenenza politica.

Non si può cancellare, con un colpo di spugna facendo finta che nulla sia successo, ciò che questi signori hanno fatto, andando contro tutti i principi generali nell'emanazione di una sentenza. 

Dopo il fatto del Senatore Salvini (allora Ministro degli Interni) e il fatto di Berlusconi attuale, di che tipo di scandalo ancora a bisogno il Paese per mettere mano alla riforma delle carriere all'interno della magistratura? 

Dove sono finiti i titoloni dei giornali di parte allorché raccontavano (secondo loro) la vera narrazione politica del principio del verbo divino? Ora tutti tacciono.

Non una parola, da parte di queste componenti scritturali di sinistra, per rimodellare una certa verità nel riportare un po' d'ordine all'interno di una narrazione ventennale che ha estromesso il comune cittadino da tutto ciò che era sistema politico.

Le vittorie si ottengono all'interno delle urne.

Non giocando e mischiando le carte per far sembrare vero quello che è sconsacratamene vergognoso agli occhi della comunità.

Tutte le persone serie e oneste meritano rispetto. In particolar modo la maggioranza di Giudici e Magistrati che, quotidianamente, mettono a rischio la propria vita per la salvaguardia delle istituzioni democratiche.

Un manipolo di scorretti, non possono e non devono inquinare quello che è il vero amore professionale verso questa nostra malridotta società democratica. 

Si può anche non essere d'accordo sulle idee politiche del centro/destra, ma, quando si ricorre a giochi sporchi, come quello di scatenare una caccia alle streghe, forzando quello che è la linea politica tracciato dal voto popolare, oltre a fare un torto e creare un danno alla democrazia, ci si incammina su una strada pericolosa.

Spesso ci si dimentica che sono state versate fiumi di sangue dei nostri nonni e nonne per poter accedere a questa meravigliosa forma di democrazia.

Perché il popolo è sovrano nelle scelte politiche.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna