Pin It

Il problema del secolo: plexiglas o plexiglass?

di Tullio Parlante       

Certo che se un grande giornale - poderoso e possente nei numeri - dedica tempo e spazio nell'evidenziare la non differenza dello scritto plexiglas con una o due s finale (da premettere che bastava scrivere plastica in italiano senza allarmare l'attenzione di qualche giornalista radical-chic) è solo perché l'attenzione era rivolto svisceratamente al nemico politico numero uno, ovvero al Senatore Salvini.

La mancanza "probabilmente" di veri argomenti discussionali lascia il tempo che trova, laddove all'interno della stessa, quando non ci sono motivazioni validi da trattare - evitando di andare sempre per un solo verso - si cerca in tutti i modi di ridicolizzare l'avversario politico con tematiche sciocche che producono solo orticaria per chi segue le tragicomiche fantozziane. 

Purtroppo, questa è la politica dei nuovi rampanti/rampolli del terzo millennio. Questi sono i rappresentanti del popolo che ci fanno rimpiangere quei signori della prima Repubblica.

Questi sono quelli che dovevano scoperchiare o aprire, non si sa che cosa, come una scatoletta di tonno il Parlamento Italiano e giù di lì.

Questi sono i famosi figli della comicità nazional-popolare che ci intratteneva con spensieratezza il sabato o la domenica di tanti anni fà. Etc...etc...

Pur di comparire, si accetta qualunque situazione del caso.

Pur di rimanere attaccati alla "famosa" poltrona, si gioca al rialzo di compromessi pur di rimanere in piedi.

Si dice che criticare è sempre facile, soprattutto quando non si governa.

Ma, se la critica può o potrebbe servire per migliorare la qualità del problema, che ben venga, senza nessun tipo di pregiudizio.

Diversamente, diventa terrificante il momento in cui si barattano le aspettative che hanno permesso - con il voto - di raggiungere traguardi importanti come decidere il futuro di intere generazioni.

Ci si può anche impiccare a una esse in più o in meno.

Si può anche cercare in tutti i modi di sviare l'attenzione dai veri e seri problemi che attanagliano buona parte degli italiani, ma non si può certamente essere convinti di convincere coloro i quali hanno creduto in un cambiamento.

Prima o poi i cittadini saranno chiamati a mettere di nuovo ordine in questa nazione.

Come? Ma, con il voto democratico. Che ben se ne dica.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna