Pin It

Uso personale della notizia

di Tullio Parlante

Siccome ne stiamo leggendo di tutto e di più, riferimento alla "liberazione" di Silvia Romano, non si riesce a capire, o noi comuni mortali facciamo fatica a capire, allorché si voglia far passare per una vittima del terrorismo la signora appena citata.

Il rispetto, a prescindere, va a tutti coloro i quali sono esseri viventi.

Sono morti oltre cento medici per la lotta contro il covis19.

Sono morti decine di infermieri perché "forse" non adeguatamente preparate per affrontare questa disgrazia del terzo millennio.

Nessun Ministro e capo di Governo si sono visti fisicamente per portare una parola di sollievo a coloro i quali hanno sacrificato la vita per la collettività.

Adesso, rientra in Italia - si dice liberata dagli estremisti - una concittadina che è diventata musulmana, e viene accolta in pompa magna come un liberatore della Patria.

E’ sconcertante assistere a tutto questo.

Per non parlare del riscatto che è stato pagato - ma il Ministro della Difesa ha detto che a lui non risulta - a carico del contribuente italiano.

Le vittime del terrorismo sono state tutte quelle persone che hanno perso la vita lottando a favore di un ideale democratico.

Vittime sono tutti coloro i quali sono stati tenuti con la forza imprigionati e poi "magari" liberate.

Non una persona che senza imposizione - parole dette dall'interessata - si è convertita all'Islam e ha fatto ritorno in Patria.

Certo, l'analisi di questa storia la possiamo fare solo tenendo conto di quello che leggiamo e ascoltiamo all'interno di alcuni salotti televisivi, dove la voce dei radical chic tuona contro tutti coloro i quali, nell'analisi del problema, non la pensano come loro.

Quando una storia si conclude con il lieto fine, fa piacere a tutti.

Diversamente, cerchiamo di non osannare più di tanto  situazioni che cozzano contro una realtà ben diversa da come la rappresentano coloro i quali hanno le "carte in regola" per poter tuonare contro quelli che analizzano, da prospettive diverse, l'andamento finale del che cosa è successo.

Di un fatto normale, che dovrebbe solo richiamare l'attenzione amorosa dei propri familiari per il lieto evento, non se ne dovrebbe fare una linea di demarcazione tra chi dell'enfasi ne fà un fatto politico personale e coloro i quali, tacitamente, sono contenti dell'evoluzione del problema, anche se la salvezza di una vita umana ha un proprio costo economico.

Chiusura della considerazione.

Tra buoni e cattivi, la linea di demarcazione è molto sottile.

In certe circostanze, si potrebbe anche ribaltare quella sottile linea che il gota della politica radical chic è convinto di detenere come sacro verbo divino.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna