Pin It

Si può forse dubitare della bilancia?

di Tullio Parlante    

Un Ministro che spende il proprio tempo nella salvaguardia dei confini nazionali e nella lotta alla tratta di esseri umani, deve essere processato?

Se lo stesso impiega altro tempo per cercare di far capire alla grande "madre Europa" che l'Italia non può diventare il campo profugo della stessa, deve essere processato?

Se le decisioni che vengono prese, dubitando che possa essere un singolo ministro a prendere decisioni che coinvolge lo stesso Governo, deve essere processato?

Se non si condivide un modello di politica che non ha fatto altro che quello detto ai propri elettori e alla comunità intera, basta che uno cambi casacca e scenda in politica per combattere ad armi pari.

Senza avere dalla propria parte quel potere che permette di creare problemi a chi non la pensa come lui.

Nell'equilibrio dei poteri, quindi all'interno di una democrazia parlamentare, ognuno dovrebbe poter agire senza peso alcuno a momenti politici che non si condivide, mettendo seriamente in condizione di disagio milioni di elettori che credono o hanno creduto in quel modello di nuova politica che ha ridotto gli sbarchi sul nostro territorio.

Oggi si commenta solo ed esclusivamente la giornata del 20 gennaio, quando il Senatore Salvini dovrà essere giudicato in merito ai ritardi degli sbarchi, motivato dall' attesa di avere la certezza di ricollocazione europea.

Anche perché, se non ci fosse stata questa presa di posizione, l'Europa avrebbe continuato a girare la testa dall'altra parte.

Ha volte prendere le decisioni non è facile, se pensiamo che le stesse non sono mai condivise da tutti.

Per cui, i poteri legislativi non devono accavallarsi, ma continuare nel loro percorso di ricerca migliorativa nella risoluzione del problema.

Tuttavia, possiamo forse affermare che è corretto accettare la tesi che se un Ministro ha preso una decisione l'abbia fatta all'oscuro dei rappresentanti del Governo di appartenenza?

Grossi dubbi si stagnano all'orizzonte di quell'alba che decretarono le decisioni che poi vennero prese, a prescindere......

Lo scaricabarile, all'interno di uno stesso Governo, denota il modello di attaccamento alla "famosa" poltrona.

Considerando che non è giusto che un popolo paghi le irresponsabilità di persone che sono state elette, a rappresentarci, con qualche centinaia di voti.

Questa è democrazia?

Certamente comincia ad essere una democrazia discutibile.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna