Pin It

Riusciranno a soddisfare tutte le promesse?

di Tullio Parlante

Sorrisi a 360° gradi - da parte di tutti i presenti di maggioranza che di opposizione - hanno fatto da sfondo all'insediamento di questa undicesima legislatura.

L'oggetto su cui verte l'idea dell'Abruzzo, quindi del presidente Marsilio, non poteva non essere che la ricostruzione, la sanità, il credito e le tasse.

Quattro punti cardinali, di cui ognuno, rappresenta la risoluzione del problema o di tanti piccoli problemi. Prendiamo la sanità.

In campagna elettorale, i vincitori, hanno incontrato anche le associazioni di volontariato, cercando di capire le varie problematiche che quotidianamente impegna il loro modo di essere al servizio degli altri.

Per esempio, nell'incontro con le associazioni di donatori di sangue Fi.da.s - A.v.i.s. - Croce Rossa, dove sono stati posti vari quesiti che hanno bisogno di risoluzione immediata per il proseguo di una particolare attività che coinvolge tutta la comunità abruzzese essendo la donazione sangue momento di proseguo o prolungamento della vita terrena, non possiamo non ricordare al nuovo gruppo dirigente le spesso "divergenze" che si hanno all'interno dei vari segmenti ospedalieri.

Esempio, velocizzare la firma su documenti che accertano l'idoneità del candidato donatore di sangue. Migliorare la qualità del servizio ristoro dei donatori dopo il prelievo. Etcc....

Tutte cose di primaria importanza, considerando la carenza sangue che ha volte crea gravi problemi a chi deve subire un intervento chirurgico.

All'interno del mondo del volontariato, questi sono i problemi che - quotidianamente - creano malumori e disservizi verso tutti coloro i quali credono in un modello di società che ha bisogno di aiuto senza se e senza ma.

Tuttavia, nel ricordare alla politica i propri impegni, non facciamo altro che chiedere di migliorare la qualità di un servizio nobile com'è quello della donazione della vita, che impegna molte risorse umane che credono nella vera solidarietà.

D'altronde, ci sono momenti e impegni particolari tali da mettere in condizione di non poter intervenire chiunque si trovi a gestire, a livello dirigenziale, una associazione di volontari.

Ognuno deve fare la propria parte.

Ma per far sì che ciò avvenga, la politica deve essere parte integrante del concetto di solidarietà. Diversamente, i risultati faranno molta fatica ad arrivare, se arriveranno.

Non possiamo permettercelo, perché nel nostro caso, tutti hanno diritto di avere una sacca di sangue a disposizione il momento in cui ne dovessero avere bisogno.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna