Stampa
Visite: 94

Ci consideriamo esseri umani?

di Tullio Parlante

Razza: insieme di individui, animali o vegetali, che si differenziano da altri gruppi della stessa specie per uno o più caratteri ereditari.

Inteso come persona umana che non dovrebbe scendere così in basso da allontanare, cacciare, un bambino di otto anni da casa - intesa come roulotte - per far posto al nuovo compagno convivente.

A questo siamo arrivati? A questo putrido modello di società dobbiamo rendere conto di come la mortificazione del genere umano continui ancora a farci illudere nell'essere definiti persone umane?

Non si può non evidenziare le caratteristiche somatiche di persone che scendono così in basso arrivando al punto di allontanare - senza nessun tipo di rimorso coscienziale - un figlio per concedere quel posto a un altro individuo, è la cosa più sconcertante di questo mondo.

Siccome viviamo quotidianamente con ogni tipo di animale domestico, basta vedere il loro comportamento con i propri piccoli, per renderci conto di quanto siamo (come genere umano) meschini nei confronti del nostro genere.

La bassezza umana, spesso indice di degrado culturale e sociale derivante da un modello di non appartenenza a una società, denota  una spregiudicatezza umana che porta  a questo tipo di comportamento inumano all'indirizzo di bambini innocenti che non hanno chiesto loro di venire al mondo e essere bypassati dalla presenza di un individuo adulto che tutto si può definire men che meno un essere umano o persona - insieme alla complicità della compagna che, probabilmente, tutto poteva fare nella vita meno che quello di mettere al mondo dei figli. 

Nella fattispecie, la violenza di simili atti comportamentali, dovrebbe avere l'interesse prioritario degli organi legislativi preposti, affinché venga ristabilito quel minimo di reale equilibrio nel rispetto delle procedure di indicazione familiare.

Tuttavia, se il comportamento umano agisce con queste squallide promesse di rilevazione di spazio, atto a sostituire la presenza di un minore con un adulto, significa che per questa società non ci potrà essere salvezza. 

tutti pazzi per la Civita