Pin It

I miracoli forse avvengono

di Tullio Parlante     

Anno 2007. Primi contatti ufficiali per lo spostamento e la creazione di una nuova struttura della caserma dei Carabinieri a Manoppello Scalo.

Siamo al 2019. Da quel dì, dodici anni circa sono passati. Nel frattempo, nulla. Ovvero.

Ormai siamo a cadenza mensile di furto o rapina in appartamento.

Circa due mesi fà furono visitati due famiglie in via Staccioli in Manoppello Scalo.

Oggi un'altra famiglia, sempre allo Scalo.

Se ce un aumento numerico di furti, sarà per la generosa accoglienza dei manoppellesi che così "probabilmente" sono ricambiati?

Non posso e non possiamo esserne certi.

Sarà per il poco controllo del territorio, come atto preventivo, dovuto alla scarsa presenza degli uomini delle Forze dell'ordine? Potrebbe essere. Ora.

Se ciò trascritto in appendice corrisponde al vero, non possiamo non evidenziare la confidenza fatta da un amministratore del Governo locale, quando asserisce che - a breve tempo - i Carabinieri saranno trasferiti nell'immobile occupato anche dal Centro Sociale per anziani in Manoppello Scalo, avendo avuto lo sfratto esecutivo che impone loro di lasciare libero l'attuale immobile, in attesa, magari, di recuperare quei fondi che  - come il gioco delle tre carte - scomparvero dal capitolato di spesa.

Soldi che erano destinati alla costruzione del nuovo stabile che doveva accogliere uomini e donne dell'Arma. Tuttavia.

Anche se i miracoli non sono ancora tassati, il comune cittadino, oltre a condividere, per causa di forza maggiore, delle scelte discutibili da parte del governo locale all'indirizzo di un aumento della popolazione dovuto non certamente a nuove nascite, ha il sacrosanto diritto di essere tutelato e protetto da questo vomito di disprezzo verso la proprietà privata. 

E' ora di dire basta ai giochetti politici dello scaricabarile, sapendo sempre che non ce mai un colpevole, che penalizza sempre il cittadino onesto che paga le tasse.

Questo possibile aumento di delinquenza comune, senza una logica di difesa territoriale da parte delle Istituzioni, deve essere arginato.

Non si può o non si dovrebbe continuare a pagare un pedaggio politico che ha fatto poco o nulla per cercare di migliorare la qualità della vita cittadina. 

E' ora che la politica locale, per essere credibile ri-cominci a guardare con occhi di verità i propri cittadini, perché "probabilmente" sfugge alla stessa che come cittadini votanti sono tornati ad essere immuni ai paraocchi.

Anzi, sono benissimo in grado di giudicare la rendicontazione di cassa come momento politico del fare, traendone le dovute conseguenze.

D'altronde, non fu materia di campagna elettorale la costruzione del nuovo stabile militare da parte di chi poi ha vinto le elezioni? 

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna