Stampa
Visite: 97

Sacrosanto rispetto per i più deboli. Con basso costo economico!

di Tullio Parlante

Ma che cosa dobbiamo vedere ancora, oltre le immagini vergognosi di fatti accaduti di recente all'indirizzo di bambini e persone non autosufficienti, per poterci convincere e convincere le varie autorità preposte, Comuni, Province, Regioni, a installare telecamere attive all'interno delle strutture pubbliche e private - occupati da bambini e anziani indifesi - per fermare questo vergognoso atto criminogeno all'indirizzo di persone che non si possono difendere?

Aspettiamo sempre che - a via di sentire queste macabre notizie - ne arrivi una più tragica degli altri? Premesso che i responsabili di questi scellerati casi di abuso dovrebbero patire le stesse conseguenze fisiche uguali a quelli che hanno commesso.

Premesso che una volta identificati, questi pseudo educatori, dovrebbero espiare la propria pena all'interno di un carcere fino all'ultimo giorno - perché se è vero che il carcere spesso non migliora, e anche vero che in queste circostanze diventa un deterrente per chi o coloro i quali avessero delle prospettive professionali che andrebbero sulla stessa strada di questi esseri miserabili.

Non si può ancora rimanere immobile, nel non attivare l'unico deterrente che abbiamo a portata di mano, nella certezza che prima o poi un altro caso del genere occuperà i titoli di alcuni quotidiani.

La certezza della pena, rimane l'unico momento democratico all'interno dell'accettazione dei propri diritti-doveri.

Se si continua con la latitanza oggettiva nel porre sempre all'attenzione la mancanza di risorse per poter videofotografare e sentire tutto ciò che succede all'interno di questi edifici, che della scorrettezza e della vergogna ne stanno diventando un punto lugubre di riferimento, mai si riuscirà a correggere questo squallido modo di educare.

Siccome sono rimasti solo due pilastri di questa società che sono intoccabili, solo per il fatto che non si possono difendere essendo loro anziani e bambini, non si riesce più ad accettare questo modo di prendere sempre alla larga fatti inumani e vergognosi che ci fanno schifare nella definizione di esseri umani, essi meritano l'immediata attenzione da parte delle Forze dell'Ordine e della Magistratura con immediata risoluzione di questo grande problema che coinvolge anche le famiglie spesso all'oscuro di tutto.

Non aspettiamo il prossimo giro di vergogna.

Che chi di competenza agisca immediatamente per porre fine a questo scandalo vergognoso che coinvolge la parte più debole della società.

tutti pazzi per la Civita