Pin It

Quando il valore umano è nullo  

di Tullio Parlante   

Alla fine dell'anno, all'interno del centro commerciale Megalò, il grande negozio "Brico" chiuderà i battenti.  

Ovvero. Cesserà la sua attività - che per molti e tantissimi affezionati è stato un punto di riferimento nel trovare al suo interno di tutto e di più per quanto riguarda il benessere in generale della propria abitazione e oltre - per far posto o a un grosso negozio di abbigliamento, o alla creazione di piccoli spazi da adibire comunque a una sommatoria di piccoli negozi.

Tutto ciò perché la proprietà, nella persona della manager tedesca che dirige la struttura, ha deciso che pur di avere libero lo spazio attualmente occupato da anni dalla struttura "Brico" con scadenza contrattuale 2019, ha fatto delle ottime offerte alla proprietà Brico al punto tale che - la stessa - non poteva non prendere in considerazione.

Tutto normale in una dinamica imprenditoriale che guarda ai maggiori guadagni con meno costi.

Tutto bene in uno scambio economico che giova a tutte le parti.

Tuttavia, il fattore umano, che è la prima componente da tenere in considerazione, è stat0 baipassato dagli interessi di parte.

Oltre dieci persone, di cui più di una mamma con prole, lavora all'interno della struttura. L'anno prossimo queste straordinarie figure professionali che fine faranno?

Se devono mantenere la loro posizione lavorativa, dovranno andare a prestare la loro opera o in Lombardia o nelle Marche.

In ambedue le occasioni, a una certa età e con problemi derivanti allo spostamento del nucleo famigliare, sono costretti a ripartire da zero.

Ma, dopo aver ascoltato vari sfoghi, il paradosso di questa storia deriva dal fatto che la ricollocazione di queste figure specializzate in anni e anni di duro e puro lavoro qualificato, devono o dovrebbero trovarsi una raccomandazione per poter accedere all'interno di altre mega strutture sul territorio che trattano gli stessi articoli di "Brico"

Sembra paradossale, ma a un dipendente con 28 anni di qualifica e curricula da far invidia, è stato chiesto che si trovasse una forte raccomandazione "anche politica" per poter accedere nello stesso ambito professionale ed essere assunto per poter rimanere vicino casa o all'interno del nostro territorio.

In una logica di mercato, quando la preparazione, la professionalità, il fattore umano, ecc.... hanno valore zero nella continua ricerca di aumentare gli utili di bilancio, non credo che questo modello di società possa sperare in un futuro migliore.

Quello che possiamo fare, è, augurare a questi meravigliosi tecnici e professionisti della buona accoglienza, tutto il bene di questo mondo con le loro rispettive famiglie.

Perché, il mondo è fatto anche di sentimenti e valori, non soltanto del dio danaro.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna