Pin It

Fabrizio Di StefanoUna anomalia di risonanza nazionale

di Francesco Rapino

Fabrizio Di Stefano: “Una firma per la legalità. Presidente scegli e ferma i concorsi illegittimi”.

“Regione Abruzzo, basta illegittimità! Atti illegittimi di un presidente illegittimo: firmiamo on line per chiedere un ritorno alla legalità”.

Questo è il tema di una conferenza stampa tenuta questa mattina dall’onorevole Fabrizio Di Stefano nella quale ha denunciato l’incompatibilità del governatore della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, con la carica di senatore.

A questo proposito l’onorevole ha proposto una raccolta firme on line.

“Non si può più accettare che tutte le trasmissioni di satira politica si interessino dell’Abruzzo in maniera ovviamente negativa per l’anomalia che si sta verificando in questa Regione – ha sottolineato l’onorevole Fabrizio Di Stefano – con una palese irregolarità rispetto all’articolo 84 della Costituzione che sancisce l’incompatibilità tra i due incarichi.

Nel frattempo la Regione è bloccata, nel frattempo sono stati fatti soltanto tre Consigli Regionali in cinque mesi.

Nel frattempo si provvede a fare dei concorsi che a mio avviso non hanno legittimità e su cui ne risponderanno anche i dirigenti che se ne fanno carico.

Nel frattempo la Regione è allo sbando, in tutto questo siamo diventati la Regione zimbello d’Italia per questa anomalia.

E allora adesso basta, non si può più andare avanti così, di qui una raccolta di firme on line ed una richiesta ai consiglieri regionali di fare qualcosa in più.

I Cinque Stelle, ricordiamo tutti, che occuparono lo scranno di D’Alfonso tempo fa quando era legittimamente presidente, perché non lo fanno oggi che presidente legittimo non è?

Bisogna far sì che questo nodo venga sciolto, o senatore o presidente, ma tutte e due le cose è impossibile e va a danno della regione Abruzzo, della sua immagine e dell’efficacia della macchina amministrativa che già ormai è stata piegata da un quadriennio di guida D’Alfonso davvero devastante”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna