A Teramo o sei della cricca o porte in faccia

''Ieri sono stato ospite della televisione del senatore Paolo Tancredi, a Teramo, in una trasmissione nata dall'esigenza dello stesso Senatore di dimostrare che quella che io mi ostino a definire 'l'anomalia Teramo' sia in realtà frutto della mia immaginazione (e non già di quello che pensa, insieme a me, la stragrande maggioranza dei cittadini di Teramo)''.

Contro gli scandali la politica recuperi il suo ruolo di mediazione

L’ennesimo caso giudiziario nel quale sono rimasti in queste ore coinvolti personaggi della politica e dell’amministrazione pubblica regionale mi induce a parlare dell’Abruzzo.

Tra liberalizzazioni e riforma del lavoro,

gli equilibrismi di Monti non pagano.

 

Ho l’impressione (ma spero sinceramente di sbagliarmi) che, nonostante le dichiarazioni sbandierate a destra ed a manca, le analisi catastrofiche sbattute in prima pagina e sui teleschermi, lo spread in costante aumento e gli sgambetti della Merkel e Sarkozy, non vi sia ancora consapevolezza nella nostra classe dirigente (e nella società stessa dei cittadini) dei pericoli che ancora incombono sul Paese e che lo spauracchio del default è tutt’altro che svanito.

Riceviamo e pubblichiamo

Proporzionalità per le donne nel lavoro.

 “Una donna in Italia continua a prendere 1/5 in meno rispetto a un uomo, anche in casi di ruoli simili; afferma in una nota il SINALP di Teramo.

Scelte coraggiose per una regione moderna e competitiva

''Il 2012 deve essere l'anno in cui dalle difficoltà va tratta la forza per completare il processo riformatore e raggiungere risultati concreti per rendere l'Abruzzo più moderno e competitivo''.