Non scherziamo, per favore.

Definire Antipolitica tutto ciò che nel Paese si oppone oggi all’organizzazione del potere, cioè all’intero sistema politico dominante, confonde le idee ed è funzionale soltanto ad un tentativo di difesa estrema dello status quo.

Si tratta invece di Altrapolitica, che non è un’indistinta e generica rivendicazione, tantomeno una forma di populismo verbosamente forcaiolo, ma un sentimento positivo che è istanza di rinnovamento morale ed al tempo stesso richiesta di una nuova forma di rappresentanza e di governo.

Troppa informazione ci rende... disinformati

Le tecnologie di comunicazione sono sempre più sofisticate e offrono l'accesso a una quantità sempre maggiore di informazioni, ma non è detto che questo ci renda più intelligenti o informati.

Internet, infatti, da solo non è in grado di garantire una società più alfabetizzata e tollerante.

Dalle morti in piazza, alle morti solitarie: come cambia il dramma sociale in Italia

Oggi si muore di disoccupazione;  si muore per la vergogna di non poter pagare i propri dipendenti; si muore per non avere il coraggio di dire ai propri figli: non posso più darvi ciò che vi ho sempre dato, ciò che avevo il dovere di darvi; si muore perché non si riesce a guardare in faccia la propria moglie, gli amici, i colleghi; si muore perché non si riesce a rinunciare ai piccoli sogni che fanno della vita qualcosa che merita di essere affrontata giorno dopo giorno; si muore per non aver saputo risolvere i problemi che la vita ci oppone giorno dopo giorno, anche se la colpa non è di chi decide di non vivere più; si muore perché chi decide della nostra vita piange in pubblico, ma le lacrime che provoca sono infinitamente più copiose e sincere; si muore perché un potere astratto, invisibile, quindi ancor più temibile e odioso decide della vita di interi popoli; si muore perché una banca salta e con essa il destino di miliardi di uomini  e delle loro famiglie….

All’Aquila come in Italia occorre una politica nuova

di Scipione L’Aquilano

Le elezioni amministrative all’Aquila è evidente che assumono un valore ed un significato che va oltre la ordinaria competizione tra partiti e/o schieramenti politici.

La particolarità di questa tornata elettorale non sta solo nel fatto che sono le prime elezioni amministrative del post-terremoto, infatti va assolutamente considerato che si svolgono in un frangente temporale altrettanto particolare e straordinario della vita politica e istituzionale del paese.

MERCOLEDI' 18 APRILE A ONNA.

UN TRIBUTO ALLA MANIERA MIGLIORE DI ESSERE TEDESCHI E DI ESSERE ITALIANI

Nella sua prima conferenza stampa da presidente del Consiglio, fine anno 2011, il sen. Mario Monti ha detto: «… Secondo la Süddeutsche Zeitung per quella popolazione sono il genero ideale: parlo poco, vesto in modo serio e banale, non faccio molto rumore. Per i tedeschi il più è fatto...».