Pin It

Premio Innovazione amica dell’ambiente 2010

La 4a Convention delle Imprese, promossa da Confindustria Abruzzo, giovedì 24 febbraio a Chieti Scalo, ha visto la presenza di ospiti di altissimo livello, tra cui il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia; Gianni Alemanno, Sindaco della Città di Roma; Gianni Chiodi, Presidente Regione Abruzzo e tanti ancora. Tra i presenti alla Convention, Onofrio Totaro, un imprenditore rivoluzionario che osa ed investe a vantaggio dell’ambiente, al quale è stato consegnato da Confindustria e da Legambiente il Premio Innovazione amica dell’ambiente 2010, un prestigioso riconoscimento rivolto all´innovazione di impresa in campo ambientale. 

Titolare del Centro Riparazioni Materie Plastiche, il C.R.M.P., Totaro è di origini molisane, 44enne, nato in una famiglia di imprenditori agricoli e successivamente giunto in Abruzzo dove ha messo radici la sua azienda. Grazie all’amore e al rispetto per la natura, Onofrio Totaro ha messo a punto un innovativo e rivoluzionario brevetto: la saldatura a caldo dei materiali plastici.

Con questa tecnologia è possibile riparare tutti i materiali in polietilene e polipropilene, permettendo così un loro riutilizzo e recuperando la completa funzionalità dei contenitori in plastica danneggiati e quindi inutilizzabili. 

Il brevetto di Totaro, che ha ottenuto il riconoscimento internazionale del WIPO (World Intellectual Property Organization), comporta un’enorme riduzione della produzione di rifiuti in plastica di ogni genere, tra l’altro tossici, con un vantaggio notevole per l’ambiente. Ma l’ambizione di Totaro non si ferma qui ed il suo programma “Eco-repair”, concepito per recuperare la completa funzionalità dei contenitori in plastica danneggiati, si dirama attraverso un sistema di franchising in tutta Italia, per approdare anche in Europa. 

Attualmente la tecnologia Eco-repair è usata nel C.R.M.P. di Pescara dal 2008: si tratta infatti del primo Eco-centro in Italia ad effettuare riparazioni mediante la saldatura a caldo, assemblaggio e riparazione di manufatti in materiali plastici come contenitori per agricoltura, bins, cassonetti per i rifiuti, contenitori per l’industria e qualsiasi oggetto realizzato in polipropilene e polietilene. Sono inoltre in corso sperimentazioni su tecniche di saldatura relative ad altri materiali plastici.

 

Al fine di incentivare la riparazione e la rottamazione degli oggetti in plastica, Totaro sostiene l’associazione Artemide, il cui motto è essere “il punto d’incontro tra ambiente e impresa”. Artemide è l’unica associazione in Italia e all’estero a promuovere il contenimento e la prevenzione della produzione dei rifiuti plastici provenienti da contenitori, anche attraverso iniziative concrete come la raccolta di fondi da destinare alle aziende che scelgono di adottare metodologie di lavoro più ecosostenibili. 

Il prolungamento della vita degli oggetti di plastica è inoltre un obiettivo previsto dalle recenti normative dell’Unione Europea, tradotte nel D.Lgs. 152/2006 intitolato “Norme in materia di ambiente”. Grazie alla lungimiranza di Onofrio Totaro, parte proprio dall’Abruzzo la lotta all’inquinamento e allo spreco della plastica.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna