Stampa
Visite: 363

PREMIO Nazionale di Letteratura naturalistica PARCO MAJELLA 2020

Sabato 26 settembre 2020, alle ore 17:00, Abbateggio si trasformerà – come accade da 23 anni a questa parte – nella suggestiva cornice della cerimonia per la proclamazione dei vincitori del Premio nazionale di letteratura naturalistica Parco Majella.

Alla presenza di autorità civili e militari e di esponenti del mondo ambientalista e culturale, verranno svelati i nomi dei vincitori delle sezioni in concorso e dei premi speciali.

La 23a EDIZIONE del Premio Parco Majella, promosso dall’Associazione “Alle falde della Majella”, avrà come sempre un prestigioso Presidente di Giuria: si tratta di ANNALISA DE SIMONE, scrittrice, già Presidente del Teatro Stabile d'Abruzzo e ora membro del CdA di Istituto Luce Cinecittà, e nel corso della cerimonia sarà consegnato il Premio alla Carriera al Giornalista del Tg5 PAOLO DI MIZIO.

SABATO 26 settembre 2020, dalle ore 17.00, si svolgerà la CERIMONIA DI PREMIAZIONE, durante la quale saranno svelati i nomi dei VINCITORI di ogni sezione in concorso e dei PREMI SPECIALI.

COMPONENTI DELLA GIURIA 2020

Franco FAGGIANI - Scrittore e Giornalista

Grazia FRANCESCATO - Leader ambientalista, già Presidente del WWF Italia, membro del Board del WWF International e Presidente dei Verdi

Roberta SCORRANESE - Giornalista Corriere della Sera e Scrittrice

Pierlisa DI FELICE - Direttrice della Riserva Naturale Regionale Guidata "Sorgenti del Pescara"

Andrea GIALLORETO - Docente universitario

Adriano DE ASCENTIIS- Direttore della Riserva Naturale Regionale Oasi WWF Calanchi di Atri

Francesca PICCIOLI - Giornalista

Marzio Maria CIMINI - Intellettuale e Scrittore

Alfredo MAZZONI - Docente

Presidente del Premio e dell'Associazione “Alle Falde della Majella” ANTONIO DI MARCO

Componenti della Direzione Artistica

DANIELA D'ALIMONTE (Dirigente scolastico e giornalista) e MARCO PRESUTTI (docente)

La lettura dei brani sarà a cura di MARIO MASSARI.

Condurrà la serata il giornalista Rai, ANTIMO AMORE.

Le OPERE e gli AUTORI FINALISTI e/o destinatari di PREMI SPECIALI della 23a Edizione del Premio Parco Majella sono:

SEZIONE A) NARRATIVA EDITA

SEZIONE B) SAGGISTICA EDITA

SEZIONE C) GIORNALISMO

“Questo 2020 ha messo alla prova anche il nostro concorso letterario, ma nonostante tutto, abbiamo lavorato affinché questa edizione potesse svolgersi ed eccoci pronti!

Più di 100 le opere arrivate per partecipare a questa edizione, che ha attraversato in pieno il periodo della pandemia… Nonostante ciò, anche quest’anno il Premio Parco Majella ha visto la partecipazione di case editrici emergenti e di case editrici affermate.

Grande onore e orgoglio aver ricevuto importanti Patrocini, tra cui il Senato della Repubblica, il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Ordine nazionale dei Giornalisti, il Parco Nazionale della Majella, il WWF Italia, l’UNICEF, la Presidenza Centrale della SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI!

Il carattere e l’obiettivo del nostro concorso letterario, esplicitamente dedicato alla letteratura naturalistico - ambientale, giunto quest’anno alla 23° edizione, hanno convinto quest’ importantissima istituzione culturale italiana, che ha lo scopo di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo, a concederci il riconoscimento morale con il quale esprime la propria adesione alla nostra iniziativa, ritenuta meritevole di apprezzamento per le sue finalità!

Sono queste attenzioni che ci confermano la bontà del lungo e volontario lavoro condotto in questi anni, che ha portato il Premio Parco Majella, nato e organizzato in un piccolo centro di una zona montana interna al Parco Nazionale della Majella, alla visibilità nazionale e internazionale e al riconoscimento del suo valore da parte di importanti Enti ed Istituzioni.

Siamo stati i primi in Italia, più di venti anni fa, a parlare di natura ed ambiente in un Premio letterario e sono orgoglioso che questa sensibilità sia partita dal nostro piccolo Borgo alle falde della Majella”.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE:

Il Presidente del Premio

Antonio Di Marco

tutti pazzi per la Civita