Pin It

L'ambito riconoscimento assegnato a Francesco Longobardi

di Francesco Rapino

Intensissima due giorni fiorentina, per ritirare presso il Caffè letterario Le Murate il Premio Internazionale Città di Firenze per la Narrativa “Ut Pictura Poesis” giunto quest’anno alla sua terza edizione.

La giuria presieduta dal Professor Massimo Pasqualone, alla presenza di Nicola Armentano, in rappresentanza del Consiglio Comunale di Firenze, ha assegnato questo premio a Francesco Longobardi, socio fondatore e Responsabile Nazionale Apertura Enti Locali con delega alle aperture degli Sportelli Istituzionali dell’associazione [email protected] Onlus, per il suo costante e continuo impegno nella lotta alla violenza.

Notevolmente apprezzato il suo impegno, oltre che per l’istituzione di presidi e Sportelli Antiviolenza in Abruzzo e su tutto il territorio nazionale tra i quali spicca quello istituito a Roma in una struttura sequestrata al clan mafioso, verso la tutela dei bambini con la creazione dei Villaggi dell’Infanzia, il recupero sociale dei bulli ed il sostegno alle vittime di bullismo attraverso la creazione delle Case Speciali dei Ragazzi e delle Ragazze.

Spazi dove attraverso la musica, la cinematografia e l’arte bambini, ragazzi e ragazze, possano trovare le migliori condizioni di crescita, educazione e sviluppo affinché apprendano la cultura dell’empatia, della solidarietà e della non violenza.

Particolarmente apprezzato altresì, il suo impegno per diffondere anche all’interno delle scuole una cultura della non violenza, attraverso la collaborazione con il cantautore Antonio Tagliafierro, in arte An To, che con la sua musica ed il suo cd “Ridevano tutti di me” ha contribuito a lanciare un messaggio di sensibilizzazione sul tema del bullismo, proprio attraverso l’omonima canzone cantata in coppia con Massimiliano Ciurlino, in arte Massi.

A tal proposito, va ricordata e menzionata anche l’istituzione dell’Osservatorio Permanente sul Bullismo, in collaborazione con l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale.

Infine, di particolare rilevanza è anche il progetto cinematografico “Al di là delle parole”, un film in prossima uscita, incentrato sul tema della violenza, prodotto da Francesco Longobardi con il Patrocinio dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, per la regia di Bruno Tarallo, la cui colonna sonora sarà firmata dallo stesso cantautore An To con la sua canzone “Ridevano tutti di me”.

In definitiva una piacevole esperienza questa, che ha segnato per Francesco Longobardi la percezione di un’apertura verso nuovi e stimolanti orizzonti culturali e personali.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna