Stampa
Visite: 61

Una storia di rinascita per accompagnare un’altra rinascita

Sabato 16 febbraio, dalle ore 19,00, nella Chiesa di Santa Maria del Suffragio, in Piazza Duomo all’Aquila, in uno dei simboli della distruzione del terremoto da poco divenuta simbolo di rinascita e di speranza, per iniziativa dei club Rotaract e Interact dell’Aquila, si terrà un Concerto d’Organo a ingresso libero ma nel quale verranno raccolti fondi per il recupero, tramite la Fondazione SOS Cristiani d’Oriente, di una chiesa di Aleppo, in Siria, distrutta non dal terremoto ma dalla follia della guerra.

A esibirsi sull’antico organo della chiesa, l’organista aquilano Carlo Ferdinando de Nardis e, in due “Canti Spirituali” di Max Reger che prevedono anche la voce, la sorella, la giovane soprano Aloisia de Nardis. Il concerto si aprirà con una storia interrotta: il Contrapunctus XIX dall’Arte della Fuga, ultima composizione scritta da Bach e lasciata incompiuta per la sua morte.

Uno dei temi di tale pezzo è costituito dalle note si bemolle - la - do - si, ossia, in notazione alfabetica, B-A-C-H. Tale “tema BACH”, omaggio al grande compositore, costituisce il filo conduttore del resto del programma: delle fughe di Schumann, un Ricercare di Casella e un virtuosistico Preludio e Fuga di Liszt.

SOS Cristiani d’Oriente è un’organizzazione internazionale impegnata nella difesa, nella tutela e nel sostegno alla rinascita delle comunità cristiane d’Oriente, comunità millenarie dall’eredità culturale inestimabile la cui esistenza è messa in pericolo dalle guerre e dal fondamentalismo.

tutti pazzi per la Civita